WHATSAPP: 349 88 18 870

Licata, le minacce non fermano le ruspe: demolizioni continuano

Licata, le minacce non fermano le ruspe: demolizioni continuano

Sono riprese questa mattina, fra contrada La Rocca e Torre di Gaffe le demolizioni di alcune case abusive. Gli operai della ditta sono tornati all'opera dopo che nei giorni scorsi il titolare aveva manifestato l'intenzione di abbandonare i lavori

Licata, le minacce non fermano le ruspe: demolizioni continuano

Sono riprese questa mattina, fra contrada La Rocca ed il rione balneare di Torre di Gaffe a Licata (Ag), le demolizioni di alcune ville abusive. Gli operai della ditta Patriarca di Comiso (Rg), che si era aggiudicata la gara d'appalto, sono tornati all'opera dopo che nei giorni scorsi il titolare aveva manifestato l'intenzione di abbandonare i lavori. L'impresa, a fine mese, ha infatti ricevuto una lettera intimidatoria, per la quale ha formalizzato denuncia alla Procura di Ragusa. L'avvio delle demolizioni, ordinate dalla Procura di Agrigento al Comune, aveva provocato nei giorni scorsi la protesta degli abusivi che avevano occupato anche l'aula consiliare. Oggi, le ruspe hanno prima demolito una villa su più elevazioni in contrada La Rocca dove, fra l'altro, era stato messo in bella mostra un cartello con la scritta "Affittasi", ed ora si sono spostate per radere al suolo un magazzino a Torre di Gaffe.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa