home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Cordolo pista ciclabilefa sbalzare motoclista

Cordolo pista ciclabile fa sbalzare motoclista

L'uomo, 44 anni, stava percorrendo con la sua Bmw il lungomare di Catania quando, pare a causa di un rialzamento della pista, è finito sull'asfalto battendo la testa e l'addome. E' monitorato al Cannizzaro

Cordolo pista ciclabile fa sbalzare motoclista

Catania - E' accaduto quello che qualcuno aveva da subito ipotizzato. La pista ciclabile realizzata dal Comune di Catania sul lungomare di Catania ha fatto la sua prima "vittima", un motociclista di 44 anni che oggi intorno a mezzogiorno è stato sbalzato dalla sua moto a causa del cordolo, ed è finito sull'asfalto. Una vistosa macchia di sangue, ancor più evidente sul colore azzurro intenso della pista, aveva fatto temere il peggio ai soccorritori. L'uomo, che è stato trasportato all'ospedale Cannizzaro, ha battuto la testa e ha riportato un trauma cranico e addominale: è costantemente monitorato nel reparto di Osservazione breve intensiva. A far perdere l'equilibrio al motociclista che viaggiava a bordo di una moto Bmw di colore grigio-metalizzato, sarebbe stato il piccolo cordolo che delimita la pista ciclabile e che non sarebbe bene evidenziato in quanto coperto con della vernice bianca. L'incidente è avvenuto in prossimità del borgo di San Giovanni Li Cuti.

 

L'incidente di oggi non sarebbe in assoluto il primo da quando la pista è stata ufficialmente aperta domenica 1 maggio . A più di un automobilista, in questi giorni, è infatti accaduto di essersi ritrovato con la ruota "a terra", bucata sempre da quel rialzamento a delimitazione della pista sul quale si finisce magari per mancanza di abitudine a percorrere una strada che ha subito una variazione. Sempre nei giorni scorsi la pista, che già nella fase della sua realizzazione aveva provocato non poche polemiche, era stata protagonista di qualche "fake" su Facebook con tanto di foto che ritraevano un'auto con due ruote sulla pista e le altre due sulla strada oppure un ciclista che con bici e caschetto preferiva pedalare sulla strada piuttosto che sull'apposita pista.

 

Carmela Marino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa