WHATSAPP: 349 88 18 870

Chiude Commissariato CaltagironeInagibile stabile che lo ospita

Chiude Commissariato Caltagirone Inagibile stabile che lo ospita

Sulla chiusura, dovuta ad un cedimento dei soffitti, la procura di Caltagirone ha aperto un'inchiesta in cui si ipotizza il reato di disastro colposo. Si cerca già una nuova sede

Chiude Commissariato Caltagirone Inagibile stabile che lo ospita

CALTAGIRONE (CATANIA) - Il commissariato della polizia di Stato di Caltagirone, dopo lavorano oltre 40 agenti, è stato chiuso perché la sede che lo ospita, in una struttura privata,è stata dichiarata inagibile per dei cedimenti del soffitto. Le attività urgenti di Polizia Giudiziaria e gli indispensabili amministrativi saranno eseguiti nella sede negli uffici della polizia stradale. E sulla chiusura la Procura di Caltagirone ha aperto un'inchiesta. Titolare del fascicolo, che ipotizza il reato di disastro colposo, è il procuratore Giuseppe Verzera che ha iscritto nel registro degli indagati, come atto dovuto, i proprietari dell'immobile e disposto una perizia tecnica per accertare le cause che hanno provocato l'inagibilità della struttura.

 

 Il Questore Marcello Cardona ha contattato e interessato sulla vicenda il vice capo della polizia di Stato, il prefetto Matteo Piantedosi, che ha inviato dei tecnici a Caltagirone anche per eseguire un sopralluogo in un palazzo che potrebbe ospitare la sede del commissariato, che è di proprietà del Comune di Caltagirone. È un immobile ristrutturato con fondi Pon, ma sul quale il ministero alle Infrastrutture dovrebbe cambiare destinazione d'uso. Se non dovesse essere trovata un sede adeguata il commissariato della polizia di Stato di Caltagirone rischia di restare chiuso e i suoi funzionari e agenti trasferiti in altre strutture della Questura di Catania. 

 

 Sul caso si sono incontrati stamattina il segretario di Silp (Sindacato italiano lavoratori polizia) Cgil Sicilia, Vito Alagna, il segretario generale provinciale Giuseppe Amadio e il questore di Catania, Marcello Cardona. Tra sindacato e questore si è subito trovata comunione di intenti sul da farsi e  sulle proposte del SILP CGIL a proposito della messa in sicurezza degli operatori, delle loro attività info-investigative e di controllo del territorio; convergenza sugli stabili individuati dal Questore e proposti dalla segretaria provinciale del SILP CGIL, così come comune è stato l'auspicio di ottenerli in tempi ragionevolmente brevi, visto che  lo stabile individuato sarebbe immediatamente fruibile. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa