home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Deiezioni cani, 80 contenitoria cominciare dalla zona di Vulcania

Deiezioni cani, 80 contenitori a cominciare dalla zona di Vulcania

Saranno dislocati per il momento nelle aree in cui è già attiva la raccolta differenziata porta a porta. Per chi non rispetta il provvedimento, previste multe di 50 euro

Deiezioni cani, 80 contenitori a cominciare dalla zona di Vulcania
Catania - I proprietari dei cani adesso potranno conferire le deiezioni dei loro animali secondo le regole. La direzione Ecologia e Ambiente, informa il Comune, ha provveduto infatti a collocare 80 contenitori. L’area interessata da questo primo step corrisponde a quella in cui si attua la differenziata porta a porta. In tempi brevi, però, i contenitori saranno collocati in tutte le zone della città, in particolare in quelle dove è più intenso il passeggio canino. Presenti all'incontro, l’assessore all’Ecologia Rosario D’Agata, il presidente della Terza Circoscrizione Salvatore Rapisarda e Orazio Fazio del Gabinetto del sindaco, i primi contenitori sono stati collocati nell’area di Vulcania.
 
 
Per salvaguardare lo stato e il decoro, oltre che l’igiene, di marciapiede e strade della città, l’Amministrazione comunale ha annunciato una serie di controlli nei confronti dei proprietari e detentori di cani che non ottempereranno all’obbligo della raccolta dei “bisogni” dei loro animali, così come previsto dal regolamento comunale per la tutela degli animali. L’obbligo va rispettato anche nelle due aree di sgambamento di Parco Teresa di Calcutta e Parco Gioeni, aperte tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 7 alle 21.
 

Una serie di regole di civiltà dalle quali sono ovviamente esentate, ricorda l’Amministrazione, alcune categorie come ad esempio i non vedenti accompagnati da cani guida e particolari categorie di portatori di handicap impossibilitati alla raccolta delle feci. In caso di trasgressione dell’obbligo previsto, gli ispettori ambientali e vigili urbani, potranno elevare una sanzione amministrativa di 50 euro. «Raccogliere gli escrementi dei propri animali - sottolinea il Comune - oltre che un obbligo di legge è anche un atto di educazione e di civiltà. Una città per essere pulita ha bisogno dell’aiuto di tutti, perché la qualità della vita individuale è legata a quella dell’intera comunità».
 
 
Per rispettare le regole e non incorrere nella sanzione amministrativa basterà munirsi di paletta e sacchetto o semplicemente di sacchetto, raccogliere immediatamente gli escrementi prodotti dal proprio cane e, subito dopo aver chiuso il sacchetto, depositarlo negli appositi raccoglitore di nuova installazione oppure nel contenitore dell’indifferenziata di colore grigio. Si tratta di opportunità che nelle maggiori città italiane sono disponibili da tempo e che consentiranno una migliore fruzioni dei parchi da parte dei cittadini, sia per coloro che possiedono un cane sia per coloro che vogliono solo godersi i polmoni verdi cittadini.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa