home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

"Prestiti" alle fasce più deboli, arrestati 5 usurai a Catania

Piccoli "prestiti" alle fasce più deboli, arrestati 5 usurai a Catania

Il denaro offerto a tassi d’interesse che oscillavano dal 25% al 100% della somma prestata: le vittime erano persone con il vizio del gioco, dipendenti, inservienti e piccoli imprenditori.

Piccoli "prestiti" alle fasce più deboli, arrestati 5 usurai a Catania

CATANIA - Prestiti di piccola entità, non più di 350 euro, ma con tassi d’interesse che oscillavano dal 25% al 100% della somma prestata a "fasce deboli", persone con il vizio del gioco, dipendenti, inservienti e piccoli imprenditori. E’ il giro d’usura scoperto da carabinieri della compagnia di Piazza Dante a Catania che hanno arrestato 5 persone in esecuzione di un’ordinanza del Gip, emessa su richiesta della Procura. I reati ipotizzati, a vario titolo, sono di associazione per delinquere finalizzata all’usura. I destinatari del provvedimento sono Fabio Lombardo, di 38 anni, Alfio Lombardo, di 58, Carmelo Puglisi, di 66, Salvatore Lo Castro, di 76, e Orazio Napoli, di 35. Le indagini sono state avviate nel novembre 2013 dopo la denuncia di un imprenditore vittima d’usura. Dagli accertamenti dei militari dell’Arma emergeranno altri 11 casi. 

 


 A capo del gruppo, secondo l’accusa, ci sarebbe Alfio Lombardo, noto come «Massimino», che è l’interlocutore delle vittime, vestendo i panni dell’amico 'buono e comprensivò, instaurando con chi chiede i soldi un rapporto di false empatica e comprensione. Poi c'è il vice: Carmelo Puglisi, che gli fa da spalla e autista. E poi chi riscuote i soldi e "ricorda" i debiti ai "ritardatari".

 

Non non emersi casi di violenza né atti intimidatori, ma casi di minacce. Il denaro incassato veniva reinvestito nello stesso giro per aumentare i volumi d’affari illeciti che, secondo i carabinieri, ammontava a 46mila euro, oltre 33mila dei quali sono ritenuti provento dell’usura. Per questo il Gip ha disposto, per Lombardo e Puglisi, il sequestro preventivo di beni fino alla concorrenza di quest’ultima somma.

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa