home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Corleone, la processione si ferma sotto casa Riina: aperta inchiesta

Corleone, la processione si ferma sotto casa di Riina: aperta inchiesta

"Fermata" della vara di San Giovanni davanti l'abitazione del superboss, dove era affacciata la moglie Ninetta Bagarella

Corleone, la processione si ferma sotto casa di Riina: aperta inchiesta

CORLEONE - Ancora il caso di una processione con "inchino" ha portato la Procura di Palermo ad aprire un’inchiesta. E’ accaduto a Corleone. Domenica pomeriggio, secondo quanto riporta il quotidiano La Repubblica, quell'inchino alla moglie del boss Totò Riina non è passato inosservato. Il commissario di polizia e il maresciallo dei carabinieri, che erano poco distanti, hanno subito lasciato la processione. E hanno inviato una relazione alla procura distrettuale antimafia.

 

La processione con la vara di San Giovanni Evangelista si è fermata, proprio davanti a casa Riina, in via Scorsone 24, nel cuore di Corleone. Ninetta Bagarella era affacciata al balcone. Il parroco di Santa Maria, padre Domenico Mancuso, è amareggiato: "Ho ribadito alle forze dell’ordine che non è mia usanza sostare davanti ai potenti o pseudo potentiquella non era una sosta prestabilita, è accaduto. Mi rendo conto che ci voleva più prudenza". Il sacerdote ha già convocato i confrati. "Tutti insieme abbiamo stabilito che la processione di San Giovanni non passerà mai più da via Scorsone".

 

Parole ancora più dure arrivano dal vescovo di Monreale, monsignor Michele Pennisi: "Su episodi come questi non transigo. Ho già nominato una commissione d’inchiesta, sono in attesa di una relazione. Intanto, ho proposto al questore di Palermo di stilare un protocollo d’intesa, per prevenire altri episodi: propongo che d’ora in poi anche le soste delle processioni siano concordate con le forze dell’ordine, per evitare spiacevoli sorprese". Nei mesi scorsi, monsignor Pennisi aveva anche imposto alla confraternite di inserire nello statuto una clausola: "Nessun pregiudicato per mafia può far parte delle nostre associazioni". 

 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa