home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, all'Università arriva il “libretto di genere”

Nella tessera di riconoscimento degli studenti che hanno scelto di intraprendere il percorso verso la riassegnazione sessuale

Palermo, all'Università arriva il “libretto di genere”

Arriva il «libretto di genere» all’università degli Studi di Palermo. Nella tessera di riconoscimento degli studenti (non più libretto ma smart-card) che hanno scelto di intraprendere il percorso verso la riassegnazione sessuale (transizione) è possibile avere il nome che rispecchia la propria identità di genere: basta scrivere una mail all’indirizzo rettore@unipa.it.

Si tratta dell’attuazione dell’articolo 3, comma 3 del Regolamento generale d’Ateneo varato nel 2013 e finora mai applicato a Palermo ovvero «l'istituzione del cosiddetto doppio libretto di genere rivolto agli studenti in fase di transizione": una procedura esistente a Torino, Padova, Bologna, Urbino, Pavia, Verona, Barie Catania. Nonostante nel regolamento sia previsto, per il «doppio libretto di genere» è mancato fino a ora l’impianto attuativo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO