home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Colpo al "clan Mangialupi" di Messina: 5 arresti per droga

Colpo al "clan Mangialupi" di Messina: 5 arresti per droga

Tra gli arrestati anche il capo clan è Francesco Turiano, detto Nino Testa che continuava a gestire il traffico di droga attraverso la sorella Carmela, anche lei in manette. Una persona è ancora ricercata

Colpo al "clan Mangialupi" di Messina: 5 arresti per droga

MESSINA - Operazione antimafia della Polizia di Stato di Messina, che ha inferto un nuovo colpo al "Clan Mangialupi". Gli agenti della Squadra Mobile hanno eseguito cinque misure cautelari in carcere. I provvedimenti sono stati emessi dal gip presso il Tribunale di Messina, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia. Gli indagati sono accusati di far parte di un’associazione finalizzata al traffico di ingenti quantitativi di droga.

Gli arrestati dell' operazione "Refriger 2" ,con l’accusa a vario titolo, di far parte di un’associazione finalizzata al traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, sono Francesco Turiano, 32 anni, Giovanni Panarello, 33 anni, Salvatore Pino, 30 anni, Carmela Turiano, 34 anni. I primi due erano già in carcere, una quinta persona è ancora ricercata.


 L’indagine ha confermato l’operatività del clan Mangialupi, nello spaccio di droga. Capo e promotore dell’organizzazione criminale è Turiano detto Nino Testa, arrestato nel 2013 nell’operazione Refriger. Da quanto è emerso dal carcere ha continuato a gestire l’organizzazione criminale dedita al narcotraffico attraverso la figura della sorella, Carmela Turiano alla quale dava ordini attraverso alcuni "pizzini". La centrale operativa del traffico era proprio casa della sorella di Turiano. 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa