WHATSAPP: 349 88 18 870

Non multarono figlio poliziotto, condannati carabinieri

Non multarono figlio poliziotto, condannati carabinieri

Non multarono figlio poliziotto, condannati carabinieri

MARSALA - Il Tribunale di Marsala ha condannato a 10 mesi di reclusione e a un anno di interdizione dai pubblici uffici (pena sospesa) due carabinieri in servizio a Mazara del Vallo (Tp) accusati di non avere multato un ragazzo che guidava lo scooter senza indossare il casco e non avere sequestrato il mezzo privo di copertura assicurativa. I due carabinieri condannati (per abuso d’ufficio e falso ideologico) sono Andrea Volpe, di 45 anni, e Fabrizio Buscemi, di 36.

 

Alla guida dello scooter, il 13 ottobre 2014, c'era il figlio del 54enne sovrintendente di polizia mazarese Antonio Sorrentino, anch’egli processato per concorso nei due reati contestati ai carabinieri. Sorrentino, però, è stato assolto «per non aver commesso il fatto». La vicenda della mancata multa e mancato sequestro venne fuori perché il telefono cellulare del poliziotto era sottoposto a intercettazione per un’altra indagine.

 

A Sorrentino si contestava di aver parlato al telefono con Volpe, dopo essere stato chiamato dal figlio, e averlo indotto a non fare la multa e a non sequestrare il mezzo. L'indagine, condotta dalla sezione di pg Guardia di finanza della Procura, è stata coordinata dall’ex procuratore Alberto Di Pisa e dal sostituto Antonella Trainito.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

Catania, sventata rapina a Tir, sei arresti

 
Comiso, ecco il piromane del Comune

 
Santa Maria di Licodia: scardinano bancomat: arrestati

 

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa