WHATSAPP: 349 88 18 870

Dap apre indagine su detenutoche si è suicidato a Palermo

Dap apre indagine su detenuto che si è suicidato a Palermo

Il Dipartimento per l'Amministrazione penitenziaria ha aperto un’indagine interna dopo il suicidio di Carlo Gregoli, il detenuto per duplice omicidio che ieri si è tolto la vita, impiccandosi, nel carcere Pagliarelli

Dap apre indagine su detenuto che si è suicidato a Palermo

PALERMO - Il Dipartimento per l'Amministrazione penitenziaria ha aperto un’indagine interna dopo il suicidio di Carlo Gregoli, il detenuto per duplice omicidio che ieri si è tolto la vita, impiccandosi, nel carcere Pagliarelli di Palermo.  Secondo quanto si apprende, l’uomo mezzora prima di suicidarsi aveva avuto un colloquio col funzionario giuridico pedagogico incaricato di tenerlo in osservazione dopo una istanza di scarcerazione presentata dal suo legale. Il difensore di Gregoli era tornato infatti a chiederne la scarcerazione sostenendo che la depressione di cui soffriva lo rendesse incompatibile con la detenzione. Una istanza analoga era già stata respinta dal gip sulla base di una perizia psichiatrica che, al contrario, aveva ritenuto che Gregoli potesse restare in cella.

 

L’uomo, geometra in servizio al Comune, fu arrestato con la moglie, Adelle Velardo, il 5 marzo. Entrambi vennero accusati dell’omicidio di Giuseppe Vela e Vincenzo Bontà, freddati a Falsomiele, per strada, in pieno giorno. Contro i coniugi, insospettabili con una passione per le armi, le immagini di una videocamera, le dichiarazioni di un testimone oculare e il dna trovato su un bossolo.  Sia Gregoli che la moglie, però, si sono sempre detti innocenti.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa