WHATSAPP: 349 88 18 870

Saldi, è conto alla rovesciaI consigli per acquisti sicuri

Saldi, è conto alla rovescia I consigli per acquisti sicuri

Da venerdì 1 luglio previsto l'"assalto" ai negozi a caccia del prezzo più conveniente. I commercianti: «Vendite che non significano crescita consolidata»

Saldi, è conto alla rovescia I consigli per acquisti sicuri

Catania - I «saldisti» doc sono quelli che per mesi, pazientemente, aspettano. Sicuri, con la calma quieta dei killer fanno la posta alla vittima predestinata e poi, allo scattare dell’ora X, si avventano su di lei famelici come barracuda.
E’ la febbre dello shopping quella cui in pochi sanno resistere, soprattutto quando arriva il periodo più atteso dell’anno, quello dei saldi. Peccato avvenga solo in due periodi: agli inizi di gennaio e ai primi di luglio.


Quest’anno la stagione dei saldi estivi anticiperà le previsioni. S’inizieranno venerdì primo luglio per poi concludersi il 15 settembre. «Contrariamente agli altri anni - spiega Francesco Sorbello vicedirettore di Confcommercio Catania – l’inizio dei saldi non coincide con il primo sabato di luglio ma proprio con il primo giorno del mese che quest’anno cade di venerdì».


Abbigliamento, calzature, pelletteria, accessori, tessile per la casa e articoli sportivi. Tutti i settori saranno interessati dagli sconti che oscilleranno dal 30 al 40% per arrivare, nella fase finale, anche al 50-70%. Il periodo dei saldi ha sempre un forte appeal per i consumatori, nonostante le vendite promozionali che hanno interessato il mese di giugno.


«Per la prima volta quest’anno – continua Sorbello – è stato possibile effettuare vendite promozionali anche dopo il 15 maggio, data in cui partiva, negli anni passati, il blocco delle promozioni. Gli sconti si sono mantenuti sul 20%, ma con l’avvio dei saldi saranno più consistenti». Circa un migliaio, le attività commerciali coinvolte a Catania. Il conto alla rovescia è già partuito e mancano 48 ore. «Ci aspettiamo un dato leggermente positivo rispetto agli anni passati – afferma fiducioso Riccardo Galimberti, presidente provinciale di Confcommercio  –  i commercianti catanesi ci sperano tenuto conto che i mesi scorsi sono stati altalenanti. Abbiamo constatato che nei primi 10 giorni di ogni mese, da marzo a giugno, si è lavorato discretamente mentre nei successivi c’è stato un brusco arresto delle vendite». Anche per il direttore di Confesercenti Catania Salvo Politino «I saldi estivi fanno registrare sempre un’impennata di acquisti e con l’economia in stagnazione, come la nostra, inutile dire che potrebbero rappresentare una boccata d’ossigeno per le imprese del settore, ma non si tratta di vendite che rappresentano una potenzialità di crescita consolidata».


In un periodo come questo, però, bisogna stare attenti a quello che si compra. I commercianti, a tutela dei consumatori dovranno osservare delle regole precise su indicazione dell’Ascom Confcommercio. Per i saldi deve essere indicato il prezzo iniziale, la percentuale di sconto e il prezzo finale scontato, inoltre al cliente è consentito pagare con carta di credito. Bisogna, inoltre, provare e controllare sempre i capi da acquistare. E’ consigliabile, poi, diffidare dagli sconti superiori al 50%, il rischio è che si tratti di fondi di magazzino o di merce con qualche difetto.

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa