WHATSAPP: 349 88 18 870

Ministro dell'Ambiente su emergenza rifiuti: «La Sicilia si muova e rispetti gli accordi»

Ministro dell'Ambiente su emergenza rifiuti: «La Sicilia si muova e rispetti gli accordi»

Il ministro dell'Ambiente Galletti : «In Sicilia ritardi storici»

Ministro dell'Ambiente su emergenza rifiuti: «La Sicilia si muova e rispetti gli accordi»

 CATANIA - Nella raccolta dei rifiuti in Sicilia «ci sono dei ritardi storici» e «un ricorso alle discariche che è intollerabile», con «una percentuale di differenziata bassa rispetto al resto d’Italia e agli obiettivi europei e c'è una mancanza di impianti». Lo ha affermato il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, a margine di un incontro sulla mobilità sostenibile promosso dall’Anci a Catania. 

 


 Il ministro ha ricordato che «è stato fatto un accordo con Regione e Comuni con obiettivi chiari e tempi per la realizzazione certi per rendere la Sicilia autosufficiente per lo smaltimento dei rifiuti». Galletti ha sottolineato di «non avere competenze sulla Sicilia» ma, ha osservato, è «chiaro che seguirò tutto con la massima attenzione», anche perché se «ci saranno ulteriori ritardi siamo a un passo dall’emergenza». "Voglio - ha ribadito il ministro - che la Regione e i Comuni facciano le cose che si sono impegnati a fare nei tempi giusti».

 

«Commissariare è sempre una soluzione estrema, ed è una cosa che io non voglio prendere in considerazione». Ha affermato inoltre il ministro che ha ricordato che «in Italia ci sono regole che funzionano, quindi - ha osservato - è una questione di volontà. Non posso commissariare la volontà, ci penseranno i cittadini a farlo per gli amministratori che non fanno il loro mestiere».

 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa