WHATSAPP: 349 88 18 870

Fermati due scafisti per lo sbarcodi 263 migranti a Catania

Fermati due scafisti per lo sbarco di 263 migranti a Catania

Si tratta di due giovani gambiani, il "comandante" e il suo "aiutante", che sono stati individuati dalla Polizia e dalla Guardia di Finanza di Catania/VIDEO

Fermati due scafisti per lo sbarco di 263 migranti a Catania

CATANIA - La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Catania, con il coordinamento della locale Procura Distrettuale, hanno fermato due gambiani ritenuti gli scafisti dello sbarco, avvenuto ieri, di 263 migranti che erano stati soccorsi, su due gommoni, tre giorni fa, nel Canale di Sicilia dalla nave "Digniti 1" di Medici senza frontiere. Sono Saikou Manena, di 18 anni, ritenuto il "comandante" di uno dei due gommini, e Ebraima Jatta, di 22, indicato come il suo "aiutante". Da inizio anno sono 58 gli scafisti fermati a Catania a fronte di 16 sbarchi avvenuti nel porto etneo. 

 


 Da indagini della squadra mobile della Polizia di Stato e del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza, con la collaborazione della locale Sezione Operativa Navale delle Fiamme Gialle, è emerso che i migranti in Libia sono stati spostati da Tripoli in una «connection house» a Sabratah e dopo circa una settimana imbarcati sui gommoni. I due fermati sono stati condotti nella casa circondariale di piazza Lanza. 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa