home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Pattuglie alla Scogliera post rissaIl Tar: «Il Mama Sea riapra»

Dopo la rissa pattuglie alla Scogliera. Il Tar: «Il Mama Sea riapra»

A seguito dei recenti fatti di cronaca che hanno visto il grave ferimento di due giovani travolti da un’auto al di fuori di una discoteca della Scogliera, il questore ha emanato un’ordinanza con cui rilancia le attività di vigilanza per la stagione estiva.

Dopo la rissa pattuglie alla Scogliera. Il Tar: «Il Mama Sea riapra»

A seguito dei recenti fatti di cronaca avvenuti nel Comune di Aci Castello, che hanno visto il grave ferimento di due giovani travolti da un’auto al di fuori di una discoteca della Scogliera, il questore Marcello Cardona ha emanato un’ordinanza con cui rilancia le attività di prevenzione e vigilanza per la stagione estiva nel territorio rivierasco. Un’ordinanza arrivata dopo l'analisi effettuata in sede di tavolo tecnico tenutosi lo scorso 9 luglio tra le forze di polizia, visto che la stagione estiva notoriamente costituisce un momento di particolare criticità per l'ordine e la sicurezza pubblica. 

«Occorreva mettere in campo delle strategie operative più complesse e articolate per superare le problematiche che insistono sul nostro territorio nei tre mesi estivi e l’intervento del questore, che ringrazio, è stato tempestivo e massiccio» ha affermato il sindaco di Aci Castello, Filippo Drago. Il questore nell’ordinanza ha disposto l’impiego di pattuglie della Polizia, dei Carabinieri, della Guardia di finanza e della Polizia municipale castellese, ciascuno per gli aspetti di specifica competenza, al fine di garantire una più incisiva attività di controllo anche amministrativo nonché di prevenzione e contrasto di possibili criticità e comportamenti illegali spesso connessi alla notevole frequentazione da parte dell’utenza giovanile.

Particolare attenzione sarà riservata dalla Divisione di polizia amministrativa e sociale e dell'immigrazione, presso gli esercizi pubblici di somministrazione cibi e bevande, nei locali dove si svolgono trattenimenti danzanti, al fine di accertare la regolarità e il rispetto degli adempimenti normativamente previsti. Spetterà invece al comandante della Compagnia carabinieri di Acireale, Marco Salamone, approntare un piano operativo per assicurare il controllo del territorio dalle 20 alle 2 nei pressi di pub e locali frequentati per lo più da giovani attirati dalla cosiddetta “movida”. La Guardia di finanza si occuperà degli aspetti di competenza presso gli esercizi locali della zona.

Intanto, in merito ai gravissimi fatti accaduti la notte tra il 6 e il 7 luglio scorsi alla scogliera, che hanno avuto il triste epilogo del ferimento di due giovani travolti da un’auto poco fuori il “Mama Sea”, dove ha avuto origine una lite, la Quarta sezione del Tar di Catania ha accolto il ricorso del titolare dell’attività castellese, annullando il provvedimento sanzionatorio firmato dal questore che ne aveva disposto la chiusura per 15 giorni. «Vigileremo maggiormente affinché dentro e fuori il locale non ci siano risse e fenomeni scorretti. Prendiamo le distanze da questi atteggiamenti violenti. Abbiamo deciso di riaprire il locale il prossimo mercoledì 20 luglio e non da subito» ha detto Melina Fragalà, titolare del “Mama Sea”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa