home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Viagrande, nella villa del boss un centro di riabilitazione

Viagrande, nella villa del boss un centro di riabilitazione

Una villa di Viagrande appartenuta al boss mafioso catanese Giuseppe Ferrera, detto ''Cavadduzzu», cugino del capomafia Nitto Santapaola, morto nel 1998 a 52 anni, diventerà un «Centro per il ricovero e l'inclusione» che ospiterà da settembre 15 persone affette da disabilità

Viagrande, nella villa del boss un centro di riabilitazione

Una villa di Viagrande appartenuta al boss mafioso catanese Giuseppe Ferrera, detto ''Cavadduzzu», cugino del capomafia Nitto Santapaola, morto nel 1998 a 52 anni, diventerà un «Centro per il ricovero e l'inclusione» che ospiterà da settembre 15 persone affette da disabilità fisiche, psichiche e/o sensoriali. 

L’iniziativa è delle cooperative sociali Team, Mosaico e Obsalav, alle quali il Consorzio etneo per la legalità e lo sviluppo ha affidato l’immobile. 
 Domani alle 10.30 i soci delle cooperative guideranno esponenti delle istituzioni, delle organizzazioni del privato sociale e cittadini in una visita della struttura e raccoglieranno proposte, disponibilità e suggerimenti per l'utilizzo del bene.

Nel centro verrà adottato il metodo "Te.So.Ri. - Team socio riabilitativo» per superare il concetto di «assistenza» per puntare alla valorizzazione delle potenzialità della persona. L’occasione servirà anche a ricordare la strage di Via D’Amelio.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa