home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Da Baglioni a Noemi:anche gli artistisostengono la petizionedi Giovanni Cupidi

Da Baglioni a Noemi: anche gli artisti sostengono la petizione di Giovanni Cupidi

Chiesta la riattivazione dell'assistenza per disabili h24, interrotta nel 2015

Da Baglioni a Noemi: anche gli artisti sostengono la petizione di Giovanni Cupidi

«Sono Giovanni Cupidi, laureato in Scienze Statistiche ed Economiche e ho conseguito il Dottorato di Ricerca in Statistica Applicata presso l’Università degli Studi di Palermo. Vivo a Misilmeri, ho 38 anni e da quando ne avevo 13 sono affetto da grave tetraplegia causata da un’ischemia dell’arteria midollare cervicale. Mi trovo, quindi, in condizione di completa non autosufficienza, dipendendo così totalmente dagli altri. Fino a metà gennaio 2015 ho usufruito di un progetto di assistenza domiciliare in “h 16” della durata di 12 mesi e del costo annuale di circa 50.000 euro. Il progetto è stato interrotto e rifinanziato più volte da parte dell’Assessorato Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali. Questa petizione serve a chiedere la sua riattivazione e il potenziamento in un servizio h24».

A sostenere il suo appello sono stati artisti come Claudio Baglioni, Eros Ramazzotti, Noemi,  e sopratutto Lorenzo Jovanotti, che lo ha incluso tra i protagonisti del suo film "Gli immortali", ma per Giovanni e i 2.500 disabili “gravi” o “gravissimi” ottenere nuovamente e in maniera stabile il “servizio di assistenza domiciliare giornaliero” sembra una vera e propria Odissea. «A oggi – continua Giovanni all’interno della petizione -  Le uniche forme di assistenza attive sono il progetto che mi assegna 30 ore settimanali (domeniche e festivi esclusi) e le 4 ore settimanali del FNA 2013 (domeniche e festivi esclusi che comunque scadrà in agosto per cui mi ritroverò fino a gennaio 2017 con solo le 30 ore) per una copertura quindi di sole 34 ore settimanali (a fronte della necessità di 24 ore al giorno). Di fatto, le Istituzioni hanno abbandonato prima e solo in minima parte assistito una persona che necessita di assistenza H24 per la propria sopravvivenza».

La petizione, diretta ad Antonello Micchiché (Assessore alla Famiglia e alle Politiche Sociali della Regione) ha già fatto registrare oltre 20.000 adesioni. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa