home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Siracusa, al bar pretendeva di non pagare: arrestato affiliato al clan Bottaro Attanasio

In manette per tentata estorsione aggravata Luciano De Carolis. Aveva anche cercato di aggredire il cassiere

Siracusa, al bar pretendeva di non pagare: arrestato affiliato al clan Bottaro Attanasio

I carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa su delega della Dda di Catania ha eseguito un’ordinanza cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di Luciano De Carolis, 44 anni, con alle spalle una condanna anche per associazione mafiosa, perché ritenuto affiliato al clan dei Bottaro/Attanasio.

Il De Carolis è accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di un negozio di Siracusa.

In particolare è emerso che De Carolis, conosciuto con il soprannome “Ciano u nanu”, nel marzo scorso dopo aver richiesto alcune consumazioni all’interno di un bar del capoluogo aretuseo, pretendeva di non pagare il supplemento previsto per l’aggiunta di una dose di alcol superiore rispetto a quella normalmente versata. Al diniego del banconista e dell’addetto alla cassa, l’arrestato ha pronunciato frasi gravemente intimidatorie e considerazioni evocative del suo status di mafioso fino a sollecitare lo scontro fisico con il cassiere, evitato solo grazie all’intervento delle altre persone.

Il De Carolis si è poi ripresentato nello stesso bar insistendo nel suo atteggiamento e pretendendo di affrontare l’argomento con il titolare del bar al momento assente.

Un episodio che i carabinieri hanno documentato anche con l’ausilio di alcuni filmati estrapolati dal sistema di videosorveglianza del locale.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO