WHATSAPP: 349 88 18 870

Dramma immigrazione, due bimbe tra i cinque corpi recuperati nel Mediterraneo

Le piccole, due siriane di 8 mesi e cinque anni, viaggiavano sulla piccola imbarcazione di legno che si è capovolta al largo delle coste libiche

Dramma immigrazione, due bimbe tra i cinque corpi recuperati nel Mediterraneo

Corpi migranti recuperati da operazione Moas-Croce rossa

ROMA - Due bambine siriane di 8 mesi e 5 anni sono tra i cinque corpi recuperati ieri mattina nel Mar Mediterraneo dopo che una piccola barca di legno si è capovolta a circa 22 miglia al largo delle coste libiche. A darne notizia è la Croce Rossa Italiana.
Secondo i 21 sopravvissuti, a bordo viaggiavano 27 persone prima che l’imbarcazione si capovolgesse e ne lasciasse in mare 6. Il gruppo era composto da 8 famiglie siriane che viaggiavano insieme nel Mar Mediterraneo.


L’equipaggio della Phoenix - una missione congiunta MOAS-Croce Rossa Italiana - che era sulla rotta per un altro salvataggio, si è imbattuto nei corpi dei deceduti in mare, recuperando successivamente i corpi di due donne, un uomo, e una neonata, mentre un peschereccio ha recuperato il corpo della bambina di cinque anni e lo ha consegnato all’equipaggio MOAS-CRI. La ricerca dell’ultimo corpo è andata avanti per tutta la giornata, purtroppo senza alcun risultato. (SEGUE)I 21 sopravvissuti e i cinque deceduti sono stati trasferiti sulla nave MOAS Responder che sta navigano verso Trapani dove arriverà domani mattina, alle ore 10, con un totale di 304 persone a bordo. La Phoenix invece arriverà a Catania domani alle 11 per sbarcare 234 persone.

Video


«È molto triste e frustrante essere testimoni della tragica perdita di vite umane in mare, in particolare quella di un bambino così piccolo. È tempo che la comunità internazionale faccia i conti con questa realtà e trovi subito vie sicure e legali per coloro che sono più vulnerabili affinché possano avvalersi dei diritti e delle tutele cui hanno diritto», ha detto la cofondatrice del MOAS Regina Catrambone.


La Croce Rossa ricorda che in un altro incidente in mare, la pronta azione del team a bordo dell’altra imbarcazione MOAS Responder ha evitato che un’altra tragedia potesse accadere, tirando fuori da un gommone sgonfio e semi-affondato 146 persone di cui 40 erano già completamente in acqua. In totale la missione congiunta di Migrant Offshore Aid Station (MOAS) e della Croce Rossa Italiana (CRI) ha tratto in salvo e assistito solo ieri oltre 400 persone che viaggiavano su diverse imbarcazioni. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa