WHATSAPP: 349 88 18 870

Migliorano le condizioni del sedicenne picchiato a San Cono, ma la prognosi resta riservata

«Risvegliato dal coma farmacologico - sottolineano i medici che lo hanno in cura - il paziente ha superato i test neurologici e mostra chiari segni di ripresa, salvo qualche lieve difficoltà di carattere motorio»

Migliora il sedicenne picchiato a San Cono ma la prognosi resta riservata

Sono «migliorate» le condizioni del 16enne egiziano "pestato" il 20 agosto scorso a San Cono, ma la «prognosi resta riservata». È quanto emerge dal bollettino medico dell’ospedale Garibaldi-Nesima di Catania, dove il ragazzo è ricoverato nel reparto di rianimazione.

«Risvegliato dal coma farmacologico - sottolineano i medici che lo hanno in cura - il paziente ha superato i test neurologici e mostra chiari segni di ripresa, salvo qualche lieve difficoltà di carattere motorio. In ogni caso la prognosi resta riservata».

Il giovane stamattina ha ricevuto la visita del console egiziano Sherif Elgammal. L’incontro è durato pochi minuti, ma il diplomatico ha avuto l’occasione di scambiare qualche parola con il ragazzo. Con il console erano presenti il direttore sanitario dell’Arnas Garibaldi, Anna Rita Mattaliano, e il responsabile della Rianimazione, Savino Borraccino.

IL VIDEO DELL'AGGRESSIONE

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP