WHATSAPP: 349 88 18 870

Mafia: un viadotto della Agrigento-Caltanissetta intitolato al giudice Livatino

L’Anas ha voluto rendere omaggio al giovane magistrato che fu ucciso mentre percorreva in auto un tratto della statale

Mafia: un viadotto della Agrigento-Caltanissetta intitolato al giudice Livatino

AGRIGENTO - Si è svolta questa mattina sulla strada statale 640 «di Porto Empedocle» la cerimonia di intitolazione del viadotto, noto con il nome «Gasena», al magistrato Rosario Livatino, ucciso in un agguato mafioso il 21 settembre '90. L’Anas ha voluto rendere omaggio al giovane magistrato che fu ucciso mentre percorreva in auto un tratto della SS 640.

 
All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, Nicola Diomede, Prefetto di Agrigento, Lillo Firetto, Sindaco di Agrigento, Ettore Di Ventura, sindaco di Canicattì, Francesca Moraci, Consigliere d’Amministrazione di Anas, Eutimio Mucilli, direttore Regionale di Anas in Sicilia, e i rappresentanti delle Associazioni «Amici del Giudice Rosario Angelo Livatino» e "Tecnopolis».

 
«Anas ha portato avanti con grande entusiasmo l’iniziativa di intitolare un viadotto al giudice Rosario Livatino che offre un importante contributo alla diffusione dei valori fondati sul contrasto ad ogni forma di illegalità», ha detto Moraci.
Il nuovo viadotto «Giudice Livatino» è lungo circa 500 metri ed è ubicato nelle vicinanze dello svincolo «Petrusa», dal quale è possibile raggiungere, attraverso la statale 122, le città di Agrigento e Favara.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa