WHATSAPP: 349 88 18 870

Rapine in banche e gioiellerie: 14 arresti fra Trapani e Palermo

L'operazione di Polizia "Coyote" ha rastrellato i territori Mazara del Vallo, Castelvetrano e Palermo. I fatti criminosi avvenuti nel trapanese e ad Ascoli Piceno tra il gennaio e il febbraio del 2016

Rapine in banche e gioiellerie: 14 arresti fra Trapani e Palermo

TRAPANI - La Polizia di Stato di Trapani sta eseguendo 14 misure cautelari, nell’ambito di un’operazione denominata in codice «Coyote» che riguarda numerosi pregiudicati di Mazara del Vallo, Castelvetrano e Palermo. Tra i reati contestati agli indagati, alcuni dei quali già detenuti per altri reati, vi sono una serie di rapine a mano armate ai danni di istituti di credito e gioiellerie, commesse nel trapanese e ad Ascoli Piceno tra il gennaio e il febbraio del 2016.


Nell’operazione sono impegnati agenti del Commissariato di Mazara del Vallo, in collaborazione con quello della Squadra Mobile di Trapani, del Reparto Prevenzione Crimine di Palermo e unità Cinofile. Sono in corso anche numerose perquisizioni delegate dal Pm titolare dell’indagine, il sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Marsala Anna Sessa; il provvedimento che dispone l’applicazione delle misure cautelari è stato emesso dal Gip del Tribunale di Marsala Annalisa Amato.
I dettagli dell’operazione saranno illustrati nel corso di un incontro con la stampa che si terrà alle ore 12:00 nei locali del Commissariato di Mazara del Vallo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa