home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Tentarono colpo alla banca di Pedalino, arrestati tre giovani vittoriesi

Ai tre la Polizia di Stato è risalita dalla visione delle immagini registrate da alcune telecamere di sorveglianza e da testimonianze sul tipo dell’auto

Tentarono colpo alla banca i Pedalino, arrestati tre giovani vittoriesi

RAGUSA - Tre persone sono state arrestate a Vittoria (Ragusa) dalla Polizia di Stato perché ritenute gli autori di un tentativo di rapina compiuto il 6 settembre scorso ai danni della succursale di Pedalino della Banca agricola popolare di Ragusa. Sono Salvatore Barrera, di 35 anni, Mario Benenati, sorvegliato speciale di 35, Angelo Ventura, di 32. A quest’ultimo il provvedimento restrittivo è stato notificato in carcere. Barrera è stato subito arrestato; Benenati, che era anche destinatario di un ordine di esecuzione pena, si è costituito dopo un periodo di latitanza. Per Barrera e Ventura sono stati disposti gli arresti domiciliari; Benenati è stato rinchiuso i carcere. Gli agenti della Squadra Mobile di Ragusa hanno eseguito nei loro confronti una ordinanza di custodia in carcere per tentativo di rapina aggravata emessa dal Gip su richiesta della Procura della Repubblica.

 

GUARDA IL VIDEO

 

A compiere il tentativo di rapina furono due malviventi con il volto travisato ed armati di taglierino, che entrati nella banca non riuscirono a causa della presenza di un temporizzatore ad impossessarsi del denaro contenuto nella casse e poi fuggirono a bordo di un’auto guidata da un complice. Ai tre la Polizia di Stato è risalita dalla visione delle immagini registrate da alcune telecamere di sorveglianza e da testimonianze sul tipo dell’auto. L’automobile lo stesso giorno del tentativo di rapina fu notata da un agente in una officina di Vittoria insieme ad alcuni pregiudicati e gli investigatori accertarono che era stata data in prestito ai tre da un dipendente dell’officina. L'uomo, all’oscuro del tentativo di rapina, aveva presentato una denuncia di furto dietro suggerimento dei tre malviventi. Fermati, Ventura e Barrera hanno ammesso le loro responsabilità. Benenati ha detto di non aver commesso nulla e di non essere mai stato insieme agli altri complici. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO