home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Commercializzazione di carne infetta: tante le malattie trasmissibili all'uomo

Commercializzazione di carne infetta: tante le malattie trasmissibili all'uomo

CATANIA - Rappresentano un ventaglio di alcune fra le peggiori patologie che colpiscono il patrimonio bovino le malattie che possono essere riscontrate nei capi clandestinamente macellati e commercializzati illegalmente senza controlli veterinari, così come avveniva per le carni immesse sul mercato dall'organizzazione sgominata dalla polizia di Messina sui Nebrodi. Alcune di queste malattie essere possono contagiare anche l'uomo. Ecco una breve scheda sulle patologie più diffuse anche in Sicilia.

 

BRUCELLOSI

È una malattia trasmissibile all'uomo attraverso il latte degli animali malati, utilizzato per confezionare prodotti lattiero-caseari. La diffusione all'uomo è molto frequente e causa la cosiddetta ''febbre maltese'', che si manifesta con temperature altissime per lunghi periodi, soprattutto nei bambini, i più frequentemente colpiti insieme agli operatori del settore come veterinari, macellai, agricoltori e allevatori.

 

TUBERCOLOSI BOVINA

È una malattia batterica alla quale sono soggetti tutti i mammiferi, ma il germe riconosce nel bovino il suo principale ospite. E' trasmissibile anche all'uomo sia direttamente, attraverso lo stretto contatto con animali infetti, che indirettamente, attraverso il consumo di latte crudo (non pastorizzato) e dei suoi derivati o di carni poco cotte.

 

LEUCOSI BOVINA

È una malattia virale alla quale sono sensibili solo i bovini. In questi animali il virus provoca la formazione di linfomi e si trasmette da animale ad animale per via venerea o mediante iniezioni con aghi contaminati da sangue infetto.

 

BLUE TONGUE

È una malattia di origine esotica che si sta diffondendo dal Nord Africa all'Europa, principalmente tra gli ovini. Si propaga tramite un moscerino che non resiste a temperature inferiori ai sette gradi: quindi la diffusione è rallentata nei mesi invernali e accelerata nei mesi caldi. Gli animali colpiti, oltre a evidenziare la tipica colorazione blu della lingua, sono dapprima soggetti ad aborti e sterilità e successivamente muoiono. Il morbo si trasmette anche ai bovini, ma con caratteristiche meno aggressive che difficilmente ne provocano la morte.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO