WHATSAPP: 349 88 18 870

Bracciante romeno ucciso nelle campagne di Vittoria: è giallo

Bracciante romeno ucciso nelle campagne di Vittoria: è giallo

Nicu Radicanu, 38 anni, ammazzato a colpi di spranga al termine di una rissa tr uomini di nazionalità diverse in una sala da ballo. La compagna ha denunciato di aver subito anche violenza sessuale
Bracciante romeno ucciso nelle campagne di Vittoria: è giallo
VITTORIA - Un bracciante agricolo romeno di 38 anni, Nicu Radicanu, è stato ucciso al culmine di una violenta aggressione con un corpo contundente, una bastone o una spranga, a Vittoria, nel Ragusano. Il corpo è stato trovato sulla strada provinciale per Scoglitti. Sull’omicidio indaga la polizia di Stato. Investigatori della squadra mobile di Ragusa e del commissariato di Vittoria stanno interrogando la moglie e i suoi amici per ricostruire la personalità della vittima, che risulta completamente estraneo ad ambienti criminali. Radicanu è stato ammazzato in contrada Esperia, sulla strada provinciale Scoglitti-Gela al termine di una rissa tra uomini di diverse nazionalità ieri sera in un sala da ballo. A dare l’allarme è stata la compagna del bracciante che ha chiamato la Polizia.   Secondo le prime dichiarazioni rese dalla donna agli investigatori all’interno del locale non c’erano solo connazionali romeni ma anche altri immigrati, probabilmente tunisini. La donna ha anche riferito agli uomini del commissariato di aver subito violenza sessuale. Le indagini coordinate dal sostituto Monica Monego dovrebbero portare all’individuazione del colpevole. La salma dell’uomo è stata trasferita nell’obitorio del cimitero di Vittoria in attesa dell’autopsia che verrà effettuata nei prossimi giorni.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP