WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, truffa all’Enel, fermate tre donne

Palermo, truffa all’Enel, fermate tre donne

Dopo il fermo avvenuto mercoledì scorso nei confronti di Nicolò Regina (32) di Castelvetrano e Alessandro Ingarra (29) di Vigevano, accusati di essere al vertice di un’organizzazione criminale dedita alle truffe all’Enel, il nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Palermo, su disposizione del Giudice per le indagini preliminari, ha posto agli arresti domiciliari la madre e la sorella di Regina, Anna Giammarinaro 62 anni e Carmela Regina 29 anni originarie del trapanese ma residenti a Isola delle Femmine, nonché la moglie, Veronica Rosa 32 anni, nativa di Abbiategrasso ma da qualche tempo stabilmente a Tenerife insieme al marito e capo della banda. Secondo gli investigatori le tre donne, da quanto emerso nel corso delle indagini, erano “parte attiva dell’organizzazione e si occupavano della gestione degli affari illeciti dell’organizzazione”. Il gip ha confermato, per Nicolò Regina, la custodia cautelare in carcere ordinando, il sequestro di tre conti correnti utilizzati dall’organizzazione criminale per l’effettuazione delle truffe. La truffa era basata su un articolato sistema di volture, per mantenere in funzione i contatori che continuavano ad erogare energia pagando all’Enel il corrispettivo per le forniture.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

Palermo, libica fermata per terrorismo

 
I controlli antiterrorismo a Catania

 

nome_sezione

Comiso, ecco il piromane del Comune

 
Santa Maria di Licodia: scardinano bancomat: arrestati

 
La contestazione degli studenti

 

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa