WHATSAPP: 349 88 18 870

Vittoria, ladro gli spara lui si finge morto e si salva

Vittoria, ladro gli spara lui si finge morto e si salva

Un imprenditore è stato ferito con tre colpi di pistola da un bandito che aveva fatto irruzione nella sua villa. Era stato rinchiuso nella cuccia del cane, ma si è liberato provocando la reazione del ladro. Ora è caccia la rapinatore solitario

Vittoria, ladro gli spara lui si finge morto e si salva

VITTORIA - Un imprenditore è stato ferito con tre colpi di pistola da un bandito che aveva fatto irruzione nella sua villa sulla strada provinciale Vittoria-Santa Croce Camerina. La vittima, Licio Marchese, 47 anni, dopo essere stata sequestrata con moglie e due figli adolescenti in una grande cuccia per cani, è riuscita a liberarsi, ma il rapinatore, che indossava un passamontagna, lo ha scoperto e ha esploso 10 colpi di pistola, centrandolo tre volte. L’imprenditore, che è ricoverato con una prognosi di 45 giorni, si è finto morto e il bandito è fuggito. Indaga la polizia di Stato. L’uomo è stato colpito da tre proiettili che gli hanno provocato tra l’altro la frattura del radio e dell’ulna, mentre, un altro paio di proiettili non fuoriusciti sono stati estratti dai medici. L’imprenditore non è in pericolo di vita, nonostante lo shock è abbastanza vigile e lucido ed ha fornito agli inquirenti elementi utili per arrivare all’identificazione del rapinatore solitario.

 


Una rapina che sarebbe potuta sfociare in una tragedia perché il tentativo dell’imprenditore di disarmare il malvivente avrebbe potuto avere conseguenze più gravi. L’uomo era rientrato in casa con la moglie e le due figlie, intorno alle ore 3, dopo una serata trascorsa con gli amici per la finale di Champions League della Juve e di fronte al cancello della sua villa si è trovato di fronte un bandito solitario col volto coperto da passamontagna con la pistola in pugno che lo ha costretto a disattivare l’allarme. Una volta dentro la casa il rapinatore ha cominciato a fare man bassa di gioielli e contante, sempre tenendo sotto tiro marito, moglie e figlie. Approfittando di un attimo di distrazione del rapinatore, l’imprenditore ha provato a disarmarlo ma senza successo e così il malvivente gli ha scaricato addosso una diecina di colpi che per fortuna non lo hanno colpito agli organi vitali. Dopo aver sparato l’uomo si è dato alla fuga forse convinto di averlo ucciso e a quel punto la moglie terrorizzata ha potuto dare l’allarme chiamando il 113 e il 118. Adesso è caccia al rapinatore solitario.

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa