WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, ai domiciliari per omicidioe nel frattempo spacciava cocaina

Catania, ai domiciliari per omicidio e nel frattempo spacciava cocaina

In manette è finito Francesco Cavallaro: era agli arresti domiciliari da due anni perché accusato dell’omicidio di un pastore. Sorpreso con la cocaina e strumenti per confezionare le dosi

Catania, ai domiciliari per omicidio e nel frattempo spacciava cocaina

Francesco Cavallaro, 30 anni, agli arresti domiciliari nell’ambito di un’inchiesta per omicidio, è stato arrestato da carabinieri della compagnia di Giarre per spaccio di droga, in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dalla Corte d’assise d’appello di Catania. Durante un controllo, il 18 maggio scorso, militari dell’Arma nella sua abitazione hanno trovato e sequestrato 8 dosi di cocaina e materiale per confezionare dosi. Dopo la denuncia l’autorità giudiziaria ne ha disposto la custodia in carcere. Cavallaro era agli arresti domiciliari dopo che il 17 luglio 2013, assieme ad altri cinque indagati, era stato arrestato da carabinieri nell’ambito delle indagini sull’uccisione del pastore Salvatore Buda, 47 anni, assassinato il 23 gennaio 2013. Dopo la notifica del provvedimento è stato condotto nel carcere di piazza Lanza a Catania.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa