WHATSAPP: 349 88 18 870

Bronte, bimbo cade in una cisterna piena d’acqua: muratore lo salva

Bronte, bimbo cade in una cisterna piena d’acqua: muratore lo salva

L’uomo, che stava lavorando vicino al pozzo, è accorso e senza esitare si è calato all’interno cercando di recuperare il piccolo. Impresa non facile ma che dopo alcuni tentativi ha avuto buon fine

Bronte, bimbo cade in una cisterna piena d’acqua: muratore lo salva

BRONTE - Un episodio di cronaca, che in alcuni avrà ricordato la tragedia di Vermicino del 1981, ha visto protagonista a Bronte un bimbo di 2 anni. Intorno alle 9,30 di ieri il piccolo è improvvisamente sparito dalla vista della mamma, in un’abitazione sita in via Achille Grandi; dopo qualche minuto, notata la sua scomparsa, i familiari hanno iniziato a cercarlo per tutta la casa, fino a quando hanno trovato il coperchio di una cisterna che si trova nella veranda, profonda diversi metri, aperta e senza coperchio. A questo punto il dubbio di una caduta dentro la cisterna si è insinuato nella mamma, diventando terrore quando la piccola sagoma del bimbo è stata avvistata all’interno. Grida, pianti di paura e richieste di aiuto si sono sentite per tutta la strada, fino a che un muratore 28enne di Bronte, che stava lavorando lì vicino, è accorso e senza esitare si è calato all’interno cercando di recuperare il piccolo.  

 

Un’impresa non facile, ma che dopo alcuni tentativi ha avuto buon fine: il piccolo è stato recuperato e affidato alle cure dei sanitari a bordo dell’ambulanza del 118 di Bronte, che nel frattempo erano giunti sul posto. Immediato il trasporto in ospedale, con il bimbo che respirava in maniera autonoma, anche se aveva subìto un brusco abbassamento della temperatura corporea. Non si conosce il tempo che il bimbo ha trascorso in acqua, si presume diversi minuti, ma sicuramente la temperatura fredda dell’acqua contenuta nella cisterna ha aiutato le sue funzioni vitali.  

 

Nel frattempo, la centrale del 118 ha inviato sul posto l’elicottero di stanza all’ospedale Cannizzaro, con a bordo un medico rianimatore e un infermiere, che sono stati prelevati da una gazzella dei carabinieri di Bronte e accompagnati all’ospedale Castiglione Prestianni. Il bimbo è stato stabilizzato, intubato e subito trasportato al presidio ospedaliero del Garibaldi Nesima, nel reparto di Rianimazione pediatrica. La prognosi è riservata.  

 

Dalle prime notizie fornite dai sanitari, la Tac non pare abbia evidenziato gravi danni cerebrali, mentre sembra che ci sia acqua nei polmoni: saranno decisive le prossime 72 ore in cui il piccolo sarà tenuto sotto stretta osservazione.  

 

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche carabinieri di Bronte e i vigili del fuoco di Adrano. Sembra che la caduta sia avvenuta in seguito al cedimento del coperchio in plastica della cisterna.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP