WHATSAPP: 349 88 18 870

Siracusa, in fumo otto milioni di fondi Ue

Siracusa, in fumo otto milioni di fondi Ue per la riqualificazione della Neapolis

Soprintendenza non rispetta i termini, finanziamenti ritirati
Siracusa, in fumo otto milioni di fondi Ue per la riqualificazione della Neapolis
Otto milioni di euro in fumo. I fondi europei per la rinascita del Parco della Neapolis sono stati ritirati. Tutta colpa del mancato rispetto dei tempi per la presentazione dei progetti da parte della Soprintendenza. Un iter lungo, delicato, per i due interventi che sarebbero dovuti essere finanziati con le risorse Poin messe: una pioggia di soldi per la provincia di Siracusa volti al miglioramento delle condizioni di offerta e di fruizione del patrimonio, delle aree e dei poli di attrazione culturale e naturale. Tra i progetti a caccia di fondi vi erano, appunto, quelli per la riqualificazione e la valorizzazione funzionalre del parco archeologico della Neapolis: due opere per un totale di quasi 8 milioni di euro. L’ultima notizia su questi interventi risale allo scorso gennaio quando la Soprintendenza, affidata pro–tempore all’architetto Calogero Rizzuto, concluse la revisione del progetto preliminare da mandare in gara. Dopo vennero richieste alcune prescrizioni necessarie per migliorare il programma di lavoro, che vennero eseguite nei tempi corretti. Poi nulla più. Nessuna notizia dagli uffici della Soprintendenza attualmente retta dall’archeologa Mariella Musumeci in attesa che l’assessorato regionale ai Beni culturali nomini il successore di Beatrice Basile. La soprintendente “supplente” può solo gestire l’ordinaria amministrazione degli uffici. Dunque tocca a Palermo intervenire per colmare una vacatio rilevante.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa