home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, fermato in aeroporto con 130 ovuli di hashish nello stomaco

Catania, fermato in aeroporto con 130 ovuli di hashish nello stomaco

Un cittadino spagnolo di 35 anni giunto a Catania in aereo da Barcellona è stato arrestato da militari della Guardia di finanza: aveva ingerito 1,2 kg di droga
Catania, fermato in aeroporto con 130 ovuli di hashish nello stomaco
CATANIA – Un cittadino spagnolo di 35 anni giunto a Catania in aereo da Barcellona è stato arrestato da militari della Guardia di finanza perché nello stomaco aveva 129 involucri contenenti circa 1,2 kg di hashish. Fermato in aeroporto dai militari insospettitisi per il suo atteggiamento, è stato sottoposto a controlli diagnostici ed è stato arrestato dopo tre giorni passati nell’ospedale Garibaldi, dove è stata verificata la presenza degli ovuli. L’arrestato è accusato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti.   L’uomo è stato fermato nella tarda mattinata del 28 giugno scorso. Al controllo in aeroporto, non ha saputo giustificare il perché del suo atterraggio a Catania nonostante la meta finale fosse il capoluogo siciliano, fornendo inoltre risposte contraddittorie sul motivo del viaggio e sui propri riferimenti in Sicilia. Per questo motivo sono stati effettuati ulteriori accertamenti e, tenuto conto anche delle precarie condizioni fisiche, lo spagnolo è stato successivamente accompagnato presso l’ospedale “Garibaldi” dove è stato scoperto che aveva ingerito i 129 ovuli di hashish. Secondo la guardia di finanza, La sostanza stupefacente, una volta raggiunto il mercato al dettaglio, avrebbe fruttato un corrispettivo di circa 100.000 euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa