home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Mafia, confiscati i benia esponente del clan Nardo

Mafia, confiscato i beni a esponente del clan Nardo

Provvedimento del Tribunale di Siracusa: sigilli a al patrimonio da 500 mila euro di Salvatore Navanteri di Vizzini. È stato arrestato per mafia nel 2013/ VIDEO

Mafia, confiscato i beni a esponente del clan Nardo

La Direzione investigativa antimafia di Catania ha confiscato – su provvedimento del Tribunale di Siracusa – il patrimonio riconducibile a Salvatore Navanteri, di 60 anni, di Vizzini, ritenuto esponente del clan Nardo. Salvatore Navanteri, attualmente detenuto, è figlio di Giovanni Navanteri, che negli anni Ottanta guidò la guerra di mafia contro il clan di Giovanni Caruso.

GUARDA IL VIDEO

Una guerra dalla quale scaturì una faida con numerosi omicidi (tra cui due fratelli di Salvatore Navanteri). Navanteri è stato arrestato nel 2013 nell’ambito del blitz Ciclope perché accusato, insieme ad altre persone, tra cui la moglie, di associazione mafiosa e detenzione illegale di armi. Il provvedimento di confisca del Tribunale di Siracusa è il culmine di una lunga serie di accertamenti patrimoniali svolti dalla Dia di Catania già sfociata nei mesi scorsi al sequestro degli stessi beni.

 

Secondo il Tribunale, che ha accolto la proposta della Dia, Navanteri e i propri familiari non hanno un reddito che possa giustificare gli investimenti compiuti ed il patrimonio posseduto. A Navanteri sono stati sequestrati beni per circa mezzo milione di euro a Francofonte nel Siracusano, a Vizzini e Teglio in provincia di Sondrio.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa