home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Gettano in mare zainetto con insulina

Zainetto con insulina in mare, bimba muore su barcone

Gli scafisti le hanno tolto le medicine, la piccola è morta in viaggio

Zainetto con insulina in mare, bimba muore su barcone

SIRACUSA - Una bimba siriana di dieci anni che soffriva di diabete sarebbe morta durante la traversata verso le coste siciliane perché gli organizzatori del viaggio prima di partire le avrebbero gettato in mare lo zainetto che conteneva l’insulina.   La bambina si trovava nel barcone con i genitori e alcune sorelle. Il padre si è opposto agli organizzatori egiziani quando si sono impadroniti dello zainetto della figlia, ma inutilmente.

 

La bimba durante il viaggio è entrata in coma ed è deceduta sul barcone dove vi erano altri 320 migranti. Il padre ha chiamato telefonicamente l’Imam per un estremo saluto, poi ha dovuto abbandonarla in mare. La tragica storia è emersa oggi dopo che il padre, 48 anni, ha raccontato tutto in lacrime al sostituto commissario Carlo Parini, che coordina il Gruppo interforze di contrasto all’immigrazione presso la Procura di Siracusa.

 

L'uomo non riusciva a trattenere le lacrime raccontando la storia di dolore vissuta in mare da lui e dall'intera famiglia. Il padre ha voluto quasi denunciare in questo modo gli organizzatori dei viaggi della speranza. Lui siriano, profugo di guerra, è riuscito a conservare il passaporto. Purtroppo però non ci sono corridoi umanitari e quindi anche per lui non è rimasto altro che affidarsi ai trafficanti di vite umane. Lui ha una laurea in Economia. Sono partiti dal centro dell'Egitto ed hanno impiegato sette giorni per imbarcarsi.

 

Prima di salire a bordo però gli sono state tolte le borse ed a nulla sono serviti i reclami per non farsi portare via quel medicinale che serviva per la sopravvivenza alla figlia. L'uomo ha sperato che il viaggio in mare durasse poco ma la figlia non ha resistito. Dopo sono stati intercettati da un mercantile. Grazie alla laurea il 48enne siriano proverà a ricostruirsi un futuro in Germania. È ancora in Sicilia ma si prepara per trasferirsi con l'intera famiglia in Germania, dove ha diversi contatti che gli possono assicurare un futuro migliore. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa