home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, ballerina di burlesque tenta il suicidio dopo la serata

Catania, ballerina di burlesque tenta il suicidio dopo la serata

Trovata a vagabondare a Biancavilla in stato confusionale mentre tentava di farsi investire dalle auto di passaggio, poi si è scagliata contro chiunque ha provato ad avvicinarla
Catania, ballerina di burlesque tenta il suicidio dopo la serata
BIANCAVILLA - E’ stata trovata a vagabondare in stato confusionale mentre tentava di farsi investire dalle auto di passaggio e poi ha tentato di aggredire chiunque le si avvicinasse. È successo a Biancavilla, protagonsta una ballerina di burlesque che aveva appena terminato uno spettacolo. E dopo l’esibizione, la notte sfrenata passata per le vie di Biancavilla. Cosa sia successo esattamente e se ci siano responsabilità di terzi lo accerteranno i carabinieri che stanno conducendo le indagini in maniera scrupolosa. Certo è che la donna protagonista di questa storia, una catanese di 40 anni con un trascorso difficile, è stata trasportata all’ospedale “Maria Santissima Addolorata” di Biancavilla dopo essere stata soccorsa nel viale Europa del centro etneo.   Secondo le informazioni finora raccolte dai militari, la donna aveva intrattenuto ieri, in un pub, una performance di burlesque. Finito lo spettacolo, tra applausi, semispogliarelli ed euforia, la showgirl si era intrattenuta con amici e conoscenti, esagerando in alcol e, forse, altre sostanze. Per lei, già in nottata era stato chiesto l’intervento del 118, ma tutto sembrava risolto. Poi, ieri mattina, è stata vista ancora con i suoi abiti succinti mentre vagava nella zona a sud del paese. Tentava di farsi mettere sotto dalle auto, fino a quando è stata notata da un poliziotto fuori servizio. Che ha cercato di avvicinarla, ma ha ricevuto calci e pugni. Così ha chiamato i carabinieri e un’ambulanza del servizio sanitario del 118. Anche nei loro confronti, la donna ha reagito con fare violento. Infine, il ricovero all’ospedale di Biancavilla, dove è sotto osservazione, sedata e assistita da una psicologa.   Quando si riprenderà, i carabinieri vorranno ascoltarla con attenzione per capire se qualcuno abbia approfittato del suo momento di fragilità e del suo stato di coscienza alterato. Ed eventualmente procedere nei confronti di terzi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa