home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

E Rita Borsellino interviene al convegno sul fratello Paolo ”Bella questa sintonia”

E Rita Borsellino interviene al convegno sul fratello Paolo ”Bella questa sintonia”

La sorella del magistrato è intervenuta telefonicamente: “Ma non sia il ricordo di una notte”
E Rita Borsellino interviene al convegno sul fratello Paolo ”Bella questa sintonia”
Ravanusa. Rita Borsellino, sorella di Paolo, è intervenuta in diretta telefonica durante l’evento la “Notte della Legalità” promossa dal movimento Servire Ravanusa. Nella villetta intitolata a Falcone e a Borsellino è stato anche piantato un albero di ulivo per ricordare i magistrati eroi della lotta alla mafia. “Vi ringrazio tutti – ha detto telefonicamente Rita Borsellino – per l’iniziativa che avete deciso di fare e per questo sentirvi in sintonia con me, con la nostra famiglia e con tutte le persone che in tutte le altri parti d’Italia hanno commemorato Paolo; non ricordando solo la figura di Paolo e dei suoi ragazzi, ma ricordando il significato di questa figura e di quello che è stato il suo progetto di legalità. Spero e sono sicura che non sarà solo il ricordo di una notte, ma che sarà davvero il ricordo di ogni giorno in maniera che possa guidare la vostra e la nostra vita nella maniera che Paolo avrebbe voluto”. Si è svolto anche un dibattito alla presenza del baby sindaco di Ravanusa Francesco Lentini, del responsabile del movimento Servire Ravanusa Giuseppe Sortino, del giornalista de La Sicilia Fabio Russello e del dott. Giovanni Palladino di Popolari Liberi e Forti. Un evento che si è aperto con la lettura della poesia scritta dall’arciprete don Mario Polisano titolata “ In nome di Borsellino” e declamata da Carla Lauricella. “Stasera abbiamo voluto commemorare Paolo Borsellino, proprio nella villa a lui intitolata insieme a Falcone, una villa che era stata abbandonata – afferma Giuseppe Sortino –. Oggi si parla della legalità. Combattere la mafia é semplice: bisogna fare una politica partecipata, come diceva don Luigi Sturzo bisogna portare la gente ad interessarsi della politica e occuparsi della cosa pubblica, facendo solo così Paolo Borsellino non sarà morto invano. Giovanni Palladino di Popolari Liberi e Forti ha successivamente ricordato delle frasi di Falcone e Borsellino, mentre il giornalista Fabio Russello ha ricordato anche gli agenti della scorta morti insieme a Paolo Borsellino: “Si può onorare la memoria di Paolo Borsellino – ha detto Fabio Russello – anche tenendo pulita questa villetta rendendola fruibile”. “La mafia finirà con l’accordo del pubblico e del privato – afferma Giovanni Palladino – lavorando quotidianamente in rete. Sturzo disse la speranza è un dovere. In politica se ci fossepiù solidarietà e fraternità molti problemi potrebbero essere risolti”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa