home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

«Il Cara di Mineo? Un centro così non dovrebbe più esistere»

«Il Cara di Mineo? Un centro così non dovrebbe più esistere»

Il sottosegretario all’Interno, Domenico Manzione, responsabile per le questioni legate all’immigrazione, a Catania per un vertice con i parlamentari Ue: «Sarà trasformato in centro di primo soccorso»
«Il Cara di Mineo? Un centro così non dovrebbe più esistere»
CATANIA - «Il Cara di Mineo può tutt’al più diventare un centro di primo soccorso. Uno dei pilastri del piano europeo di distribuzione dei rifugiati è l’accoglienza diffusa e il suo obiettivo è quello di evitare ogni tipo di concentrazione. A regime non dovrebbe esistere nessun tipo di centro di quel genere». Lo ha detto il sottosegretario, Domenico Manzione, responsabile per le questioni legate all’immigrazione che, in Prefettura a Catania, ha incontrato i giornalisti al termine di un vertice con una delegazione di parlamentari europei impegnata nell’analisi dei fondi comunitari destinati ai migranti. La delegazione del Parlamento europeo resterà in Sicilia fino al 24 luglio anche per valutare la creazione degli ‘hotspot’ per l’accoglienza e l’identificazione dei migranti. I parlamentari Ue visiteranno i centri di accoglienza di Pozzallo (Ragusa) e Mineo (Catania).

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa