WHATSAPP: 349 88 18 870

A19, pronta la bretella finanziata dal M5s: venerdì l’inaugurazione

A19, pronta la bretella finanziata dal M5s: venerdì l’inaugurazione

Dopo il cedimento dei piloni del viadotto Himera della Palermo-Catania, avvenuto ad aprile, gli automobilisti sono costretti a deviare per 38 km su dissestate strade di montagna. La bretella realizzata in 37 giorni
A19, pronta la bretella finanziata dal M5s: venerdì l’inaugurazione
PALERMO - La scorciatoia di Caltavuturo che servirà a bypassare l’interruzione dell’A19 sarà inaugurata venerdì prossimo. Lo annuncia il gruppo del Movimento 5 Stelle all’Assemblea siciliana, che ha finanziato l’opera con la quota dell’indennità restituita mensilmente dai consiglieri regionali. Dopo il cedimento di alcuni piloni del viadotto Himera della Palermo-Catania, avvenuto ad aprile, gli automobilisti sono costretti a deviare per 38 chilometri su dissestate strade di montagna. La bretella è stata realizzata in 37 giorni.   Solo pochi giorni fa sul suo profilo facebook il deputato grillino Giancarlo Cancelleri aveva commentato le parole del ministro delle infrastrutture Graziano Delrio sulal costruzione delle bretella per bypassare il viadotto chiuso. «Il ministro delle Infrastrutture Delrio ha dichiarato che se tutto va bene ad agosto potrebbero iniziare i lavori della bretella dell’A19 - aveva scritto Cancelleri -. Se tutto va bene... Nel frattempo noi abbiamo completato la “trazzera” finanziata con la restituzione di parte dei nostri stipendi da deputati regionali. Abbiamo donato 300 mila euro per la realizzazione di una scorciatoia che migliorerà la viabilità lì dove il crollo del pilone ha spezzato in due la Sicilia. La politica del POI è morta. Noi le cose le facciamo ora! ».   I lavori “ufficiali” per la costruzione della bretella provvisoria non sono ancora iniziati (il cantiere dovrebbe aprire nella prima decade di agosto per circa 4 mesi) e neanche quelli per ricostruire il viadotto. «Gli operai - dicono i deputati M5S all’Ars - non si sono certo risparmiati. In questi giorni abbiamo ricevuto il plauso di una miriade di cittadini sfiancati fisicamente, ma anche economicamente da questa dramma».   L’arteria finanziata dal M5S è la sistemazione di una regia trazzera, riportata in vita da due imprese del luogo nei giorni immediatamente successivi al cedimento del ponte. Il tratto è lungo circa un chilometro e largo cinque metri e mette in comunicazione la statale 643 con la provinciale 24, che a loro volta immettono agli svincoli di Scillato e Tremonzelli. La scorciatoia è costata poco più di 300 mila euro, ed è stata realizzata in calcestruzzo, con canali di gronda, semaforo a ridosso della trazzera, dove la circolazione avverrà a senso unico alternato.   «Certo - dicono i deputati - ci sarà il limite di velocità a 20 chilometri orari e l’inibizione alla circolazione ai mezzi superiori alla tre tonnellate e mezzo. Questa strada è nettamente più agevole e meno pericolosa di quella per Polizzi, che attualmente percorre chi si sposta da Palermo verso Catania e viceversa. Non è certo la soluzione definitiva, ma consentirà agli automobilisti di risparmiare chilometri e almeno 40-50 minuti rispetto al percorso attuale».   La cerimonia di inaugurazione è fissata per le 11,30: saranno presenti parlamentari del M5S, tra cui il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. «I rappresentanti delle istituzioni regionali - dicono i cinquestelle - non crediamo che sarebbero i benvenuti».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa