home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania: topi d’auto acciuffati dalla polizia dopo inseguimento

Catania: topi d’auto acciuffati dalla polizia dopo inseguimento

Rocambolesca fuga tra le sciare di via Ustica di un gruppo di ladri (tra cui un 14enne) che avevano rubato in centro una vettura dotata di antifurto satellitare
Catania: topi d’auto acciuffati dalla polizia dopo inseguimento
CATANIA - Cinque topi d’auto sono caduti nelle trappole dei poliziotti delle Volanti in due distinte operazioni, nella serata e all’alba di lunedì. Alle 6 del mattino la sala operativa della questura ha inviato diversi equipaggi in via Ustica, a San Giovanni Galermo, dov’era stata segnalata un’autovettura rubata che era stata localizzata grazie al sistema d’allarme satellitare. Gli agenti, giunti tempestivamente sul posto, con un accerchiamento “a tenaglia” hanno sbarrato ogni via di fuga all’autovettura con a bordo quattro malviventi, i quali, alla vista della polizia, hanno abbandonato il mezzo e si sono dati alla fuga prendendo direzioni diverse, fino a raggiungere una zona sciarosa ed impervia adiacente le palazzine.   Ne è scaturito un lungo, rocambolesco e pericoloso inseguimento tra rovi, dirupi e tentativi dei malviventi di nascondersi tra la fitta vegetazione e gli anfratti. Ma alla fine tutti e quattro sono stati catturati. Si tratta di Salvatore Seminara, 21 anni, Emanuele Alessi, 18, e Roberto D’Urso, 27, responsabili di concorso in furto aggravato insieme con un quattordicenne. Seminara, trovato in possesso di una borsa a tracolla “griffata” di sospetta provenienza furtiva, al cui interno c’erano tre coltelli, è stato denunciato anche per ricettazione e porto abusivo di armi da taglio. Dagli accertamenti si è appurato che l’autovettura era stata rubata poco prima in una strada del centro storico.   Seminara, Alessi e D’Urso, tutti pregiudicati per reati contro il patrimonio, su disposizioni dell’autorità giudiziaria sono stati rinchiusi nelle camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo, mentre il minore non imputabile, di nazionalità romena, è stato segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni.   Nel pomeriggio dello stesso giorno, agenti delle Volanti hanno arrestato Angelo Gemmellaro, 37 anni, e Leonardo Sanchez, 22, perché responsabili di concorso in tentato furto aggravato. Alle 15, a seguito di segnalazione anonima al 113, la sala operativa ha segnalato via radio due individui che avevano forzato un’auto parcheggiata in via Trieste. I due, dopo aver rovistato all’interno, si erano allontanati a piedi. Gli agenti giunti sul posto li hanno rintracciati mentre si aggiravano in via Milano adocchiando altre auto in sosta. Bloccati e perquisiti, addosso avevano arnesi per lo scasso. Pertanto i due sono stati portati in questura e rinchiusi nelle camere di sicurezza in attesa di giudizio direttissimo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa