home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, Suv travolge risciòuna 14enne in prognosi riservata

Catania, Suv travolge risciò una 14enne in prognosi riservata

L’incidente avvenuto all’altezza di San Giovanni Li Cuti. Pare che il quadriciclo fosse fermo al semaforo quando è stata investito: tutti sbalzati a terra gli occupati

Catania, Suv travolge risciò una 14enne in prognosi riservata

CATANIA - L’incidente è avvenuto ieri sera sul Lungomare di Catania, affollato da migliaia di catanesi in cerca di un po’ di refrigerio vicino alla costa. Tra questi anche un gruppo di cinque giovani che avevano noleggiato un “risciò” a pedali per una passeggiata. Il mezzo è stato improvvisamente travolto da un Suv mentre era fermo al semaforo in prossimità del borgo di San Giovani Li Cuti. Gli occupanti del “risciò” sono stati sbalzati via dal mezzo: ad avere la peggio una ragazzina di 14 anni che ora si trova in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione del vecchio ospedale Garibaldi in centro: anche le altre quattro persone a bordo hanno riportato ferite, ma più lievi.  

 

La dinamica dell’incidente non è molto chiara ma - da quanto appreso - il conducente del fuoristrada è stato multato dalla polizia municipale di Catania per non aver rispettato la distanze di sicurezza. Non risulta invece che sia stato elevato un verbale per eccesso di velocità, cosa che fa pensare che secondo i rilievi dei vigili urbani il Suv procedeva a velocità normale. Fatto sta che i cinque giovani a bordo del quadriciclo - che pare fosse fermo al semaforo - sono stati tutti sbalzati dal mezzo preso a noleggio. Le condizioni della ragazzina di 14 anni sono apparse subito gravi e nella mattinata di oggi è stata sottoposta a un intervento chirurgico per il violento trauma cranico riportato.  

 

La notizia dell’incidente è stata ripresa dagli utenti della pagina facebook “Lungomare Liberato”, sulla quale in molti si chiedono quando inizieranno i lavori per completare il parallelo viale Alcide De Gasperi per rendere definitivamente ciclo-pedonale il Lungomare etneo. E mentre la” comunità” si augura una pronta guarigione della ragazzina rimasta gravemente ferita, qualcuno commenta che se fosse stata realizzata dal Comune la promessa pista ciclabile probabilmente non sarebbe successo nulla.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa