home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Targa “antimafia” più fotografata a Palazzo dei Normanni. Turisti: «qui lavorava Falcone? »

Targa “antimafia” più fotografata a Palazzo dei Normanni. Turisti: «qui lavorava Falcone? »

Posta a lato della Sala Verde l’insegna incuriosisce più della Cappella Palatina

Targa “antimafia” più fotografata a Palazzo dei Normanni. Turisti: «qui lavorava Falcone? »

Nel Palazzo dei Normanni a Palermo, sede dell’Assemblea siciliana e recentemente inserito nel circuito arabo-normanno dell’Unesco, le rarità da immortalare di certo non mancano: dalla Cappella Palatina alla Sala di Re Ruggero, dalla Sala d’Ercole alla Sala dei Venti, turisti provenienti da ogni parte del mondo si trovano di fronte ambienti ricchi di richiami artistici di raro fascino. Eppure una delle principali “attrazioni” del Palazzo è diventata una targa posta al lato della Sala Verde, nel corridoio del piano parlamentare: è l’insegna marrone sulla quale è incisa la scritta in oro “Commissione Parlamentare Antimafia”. «Lavoro qui da anni - dice una dipendente della Fondazione Federico II, che si occupa della gestione turistica nel Palazzo - e rimango sempre sorpresa dalla quantità di persone che si fermano a fotografare questa insegna. Probabilmente la parola “antimafia” incuriosisce, di certo è uno degli angoli più fotografati del Palazzo». Un turista intento a fotografare la targa dice: «È qui che lavorava il giudice Giovanni Falcone? O no? », facendo evidentemente confusione.

La Sala Verde, che si trova in una zona del piano parlamentare aperta al passaggio del pubblico, ospita in realtà gli uffici del presidente della commissione Antimafia, organo di vigilanza interno al Parlamento regionale. Il Palazzo ospita infatti anche l’Assemblea Regionale Siciliana ed i suoi uffici. «È importante che una istituzione ospiti un organismo che si occupa di antimafia», dice Nello Musumeci, deputato regionale e presidente della commissione. «Comprendo la “curiosità” attorno al fenomeno mafioso - aggiunge - ma ciò che mi preoccupa è che quando partecipo a conferenze nelle scuole e chiedo “cosa sapete di Falcone e Borsellino”, molti ragazzi mi rispondono che è il nome dell’aeroporto di Palermo. La vera cultura dell’antimafia dovrebbe iniziare nelle scuole, già alle elementari».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa