WHATSAPP: 349 88 18 870

Minaccia agenti con arco e freccia, arrestato nel Palermitano

Minaccia agenti con arco e freccia, arrestato nel Palermitano

Minaccia agenti con arco e freccia, arrestato nel Palermitano

PALERMO - Sarà stato forse l’effetto della tenda da pellerossa che aveva montato sulla spiaggia di Trabia (Pa) a spingere Giovanni Proietto, 39 anni di Caccamo, a impugnare arco e freccia con punta metallica e a minacciare gli agenti della polizia municipale. Chissà. Di certo c’è che è stato immobilizzato e disarmato mentre stava per tendere l’arco. Una reazione nata perché non intendeva rispettare l’ordinanza sindacale, che prevede il divieto di introdurre sulla spiaggia tende, barbecue e bottiglie di vetro. Dopo aver preso visione della disposizione comunale, Proietto che continuava a bere da una bottiglia di vodka, raccontano gli agenti, è andato in escandescenza ma è stato arrestato, con l’accusa di resistenza e resistenza a pubblico ufficiale, dai carabinieri giunti sul posto. Giudicato con il rito direttissimo dal tribunale di Termini Imerese è stato posto ai domiciliari nella sua abitazione di Caccamo. Ma quando i carabinieri sono andati a controllarne la presenza in casa, lo hanno visto a passeggio noncurante della misura detentiva. Accompagnato in caserma è stato arrestato di nuovo e condannato all’obbligo di dimora.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa