home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Modica, depreda il liceo classiconella notte di ferragosto: denunciato

Modica, depreda il liceo classico nella notte di ferragosto: denunciato

L'autore, un tunisino di 35 anni, è stato ripreso dalle telecamere di sicurezza durante tutte le fasi del raid. La Polizia lo ha rintracciato nel centro storico e ha trovato le monetine e pure l'abbigliamento che indossava durante il furto / VIDEO

Nella notte di ferragosto ha deciso di depredare le machinette del liceo classico di Modica. Solo che le telecamere di sicurezza lo hanno ripreso menrre stava compiendo il raid e per la Polizia è stato "semplice" identificarlo e denunciarlo. Soprattutto perché H.S. un tunisino di 35 anni, è da tempo dedito a commetere furti. Infatti, a soli pochi mesi dal suo arresto per furto in abitazione operato dalla Polizia, il tunisino è tornato a colpire prendendo di mira il Liceo Classico di Modica.

GUARDA IL VIDEO

La scoperta del furto risale a lunedì mattina quando, all’apertura della scuola, un collaboratore scolastico ha trovato la porta forzata, il sistema d’allarme danneggiato e due distributori di bevande e merendine forzate e con i raccoglitori di monetine svuotati. Tuttavia, nonostante danneggiato, il sistema di videosorveglianza interno alla scuola ha registrato regolarmente, riprendendo l'uomo in tutte le varie fasi del furto. Le immagini messe a disposizione della Polizia, hanno consentito ai poliziotti di riconoscere il tunisino H.S, già noto, appunto, per  i suoi trascorsi penali.

Le indagini, quindi, proseguivano con le ricerche dell’uomo nelle zone dal solitamente frequentate, riuscendo a rintracciarlo  alcune ore dopo in una abitazione, in cui, ultimamente, il tunisino si era trasferito nel centro storico di Modica. Ad incastrare il ladro è stato, infatti, il ritrovamento, a seguito di perquisizione domiciliare  della somma di euro 40,00 euro circa in monetine di vario taglio nascoste all'interno di un ombrellone chiuso. Inoltre, sono anche stati ritrovati i capi di abbigliamento che H.S. indossava al momento del furto, così come lo avevano ripreso le telecamere.

A conclusione dell’attività investigativa la Polizia di Modica ha denunciato il tunisino che dovrà rispondere, non solo del reato di furto aggravato ai danni dell’istituto scolastico, ma anche del reato di danneggiamento dei distributori di bevande e merendine, denunciato dal proprietario, a cui è stata riconsegnata la refurtiva.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa