WHATSAPP: 349 88 18 870

In vacanza senza pagare il conto: denunciata coppia di coniugi

In vacanza senza pagare il conto: denunciata coppia di coniugi

I due domiciliati a Gela si muoverebbero con un’auto priva di copertura assicurativa e un bambino di pochi mesi. Avrebbero già truffato nei giorni scorsi i gestori di un resort nel Marsalese
In vacanza senza pagare il conto: denunciata coppia di coniugi
CEFALÙ- La Polizia a Cefalù, nel Palermitano ha denunciato, a piede libero, una coppia di coniugi, per i reati di truffa, appropriazione indebita ed insolvenza fraudolenta. Si tratta di I. F. di 27 anni e L. L. di 26. I due domiciliati a Gela si muoverebbero con un’auto priva di copertura assicurativa e un bambino di pochi mesi. Proprio questa circostanza li avrebbe aiutati a non generare nei titolari degli esercizi ricettivi presso i quali alloggiano alcun sospetto fino al giorno in cui vanno via.   Avrebbero già truffato nei giorni scorsi i gestori della “Villa Carlo Resort” di Contrada Gurgo, nel marsalese, utilizzando per il pagamento del loro soggiorno una carta di credito la cui transazione è stata negata. Con la scusa di “allungare” la loro permanenza nella struttura ricettiva di qualche giorno si sarebbero però allontanati portando con se le chiavi della camera in cui alloggiavano e il telecomando del cancello automatizzato d’ingresso al resort. Il titolare ha sporto subito querela e dopo alcune verifiche, ha appreso che la coppia si era spostata presso un B & B di Gratteri, la “Dimora dei Frati”, dove gli agenti hanno rintracciato effettivamente i due giovani ancora intenti a godersi la vacanza.   Sorpresi dall’arrivo dei poliziotti hanno riferito che si muovevano in taxi e che non erano mai stati nel marsalese ma da tutt’altra parte, addirittura allo Sheraton di Catania. Peccato che dalla piattaforma multimediale alloggiati web e dalla registrazione presso il resort marsalese risultava tutt’altra cosa e nei pressi del B & B era regolarmente parcheggiata la loro autovettura, perlatro priva di copertura assicurativa. I due non sarebbero nuovi a queste “scorribande”, avrebbero “pizzicato” anche quest’ultimo B. & B. dove alloggiavano. Avrebbero pagato il conto del loro pernottamento ma anche questa volta si sarebbero allontanati dalla struttura appropriandosi della chiave della camera, di quella dell’ingresso del portone principale e senza pagare gli extra pari a circa 50 euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa