WHATSAPP: 349 88 18 870

Save the children: “Troppi minori vittime di abusi”

Save the children: “Troppi minori vittime di abusi”

Save the children: “Troppi minori vittime di abusi”

”Dalle testimonianze che raccogliamo ogni giorno nei porti dove sbarcano i migranti soccorsi nel Canale di Sicilia da parte di minori, spesso non accompagnati, abbiamo purtroppo la conferma di abusi e maltrattamenti di ogni tipo subiti in Libia prima della loro partenza”. Lo afferma Giovanna Di Benedetto, portavoce di Save the children, commentando la morte del ragazzo somalo deceduto a bordo della nave Dignity di Medici senza Frontiere in seguito alle percosse e ai maltrattamenti avvenuti in Libia, dove sarebbe stato costretto a lavorare senza cibo né acqua. “Purtroppo – osserva la portavoce dell’organizzazione – il caso di questo ragazzo somalo non è isolato. In questi mesi abbiamo ascoltato i racconti di tantissimi minori e tutti ci hanno parlato delle condizioni atroci in cui sono stati costretti a vivere, nei centri di detenzione libici o nei luoghi dove i trafficanti concentrano i migranti prima di imbarcarli. Proprio i minori e le donne sono vittime del numero maggiore di abusi, perché sono le persone più deboli e vulnerabili”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa