WHATSAPP: 349 88 18 870

Università, la protesta contro i test d’ingresso blocca il polo didattico

Università, la protesta degli studenti per i test d’ingresso

“Un business che costa 55 euro per ogni prova”

Bloccato per mezz’ora il portone del polo didattico. I coordinatori: «Un business, basato su un meccanismo da lotteria e che priva ogni anno migliaia di neo-diplomati del diritto allo studio»

Università, la protesta degli studenti per i test d’ingresso

Manifestazione di protesta, stamattina a Palermo, in occasione del test d’ammissione ai corsi di laurea di Professioni sanitarie. Un gruppo di studenti del Collettivo universitario autonomo e del Coordinamento studenti medi ha fatto un blitz bloccando per circa mezz’ora gli ingressi del Polo didattico in Viale delle Scienze, sede delle prove.

“Il blocco di oggi - ha dichiarato Federico Guzzo, tra i rappresentanti del Coordinamento - vuole essere un’azione simbolica contro un furto legalizzato che ogni anno nega il diritto allo studio a migliaia di neo-diplomati. Un furto basato su meccanismi identici a quelli di una lotteria e con criteri totalmente estranei al merito”. Gli studenti hanno anche esposto due striscioni. “Crediamo - ha continuato Guzzo - che questi test siano un business: l’iscrizione ad ogni prova, infatti, costa ben 55 euro”

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa