WHATSAPP: 349 88 18 870

Sicilia sferzata dall’ondata di maltempo

Sicilia sferzata dall’ondata di maltempo frane, allagamenti e circolazione in tilt

La riviera jonica la più colpita VD 1 - 2 - FT 1 - 2  Ironia del web

 

CATANIA - Il maltempo che imperversa sulla Sicilia - ampiamente annunciato dagli allerta meteo della Protezione civile - sta causando danni e disagi a macchia di leopardo un po’ in tutta l’Isola: allagamenti, frane, smottamenti, strade interrotte, traffico stradale e ferroviario in tilt, case isolate, fiumi di fango sulle strade e nelle case, richiesta d’aiuto alle forze dell’ordine. Una situazione davvero difficile che forze dell’ordine, vigili del fuoco, Protezione civile e addetti alla manutenzione di trade e binari stanno cercando di affrontare come possono.

 

La riviera jonica è stata la zona maggiormente colpita, con il centro di Giardini Naxos stravolto dalle piogge e dalle acque piovane scese dalle zone e monte del paese rivierasco. A causa del maltempo anche il Municipio è stato chiuso. Numerose le chiamate, giunte ai vigili del fuoco, per scantinati allagati e strade invase dall’acqua. Un’auto, trascinata da un fiume di fango, è finita contro la vetrata di un negozio, danneggiandola, altre sono finite addirittura a mare. Strade totalmente allagate anche nella vicinissima Taormina, centro storico compreso, in particolare vicino alla Torre dell’Orologio nella piazza IX Aprile e nella zona della funivia che al momento è bloccata. Nell’area ionica numerose frane hanno bloccato la strada statale e altre vie provinciali in più punti.    

 

 

 

 

A Messina numerose strade, garage e cantine allagate e traffico in tilt in alcune strade. A Santo Stefano Superiore, i liquami di una condotta fognaria sono fuorusciti e le persone sono costrette a usare la trazzera che costeggia il torrente che aumenta di livello, mettendo a rischio la propria incolumità. Caduta massi, poi, sulla strada che conduce a Gallodoro, nella valle dell’Alcantara e frane lungo la Statale 114, dove è provvisoriamente chiuso il tratto dal km 46,000 al km 47,000 nel territorio comunale di Letojanni, in provincia di Messina, a causa di una frana dovuta alle intense precipitazioni in corsoRallentamenti sull’autostrada A18 Messina-Catania. Il maltempo sta causando disagi anche alle Isole Eolie.    

 

La nave Pietro Novelli della Compagnia delle isole, partita da Milazzo, per oltre tre ore non ha potuto attraccare in banchina a causa del forte vento che l’ha spinta di poppa contro la banchina, causando un black out elettrico e ai motori. Dopo i tentativi di raddrizzare il traghetto con le cime, i motori sono ripartiti. La nave ha attraccato e i 24 passeggeri sono scesi. Lievi i danni sia al traghetto (che resta in porto) che alle strutture portuali.    

 

Un forte nubifragio si è abbattuto anche su Catania nel pomeriggio. I Vigili del fuoco hanno effettuato una sessantina di interventi di soccorso ed un centinaio ancora sono da evadere. Le maggiori criticità si sono verificate in città per allagamenti a garage, negozi e scantinati e per la caduta di alberi sulle strade e dove i pompieri hanno aiutato diversi automobilisti rimasti intrappolati dall’acqua nelle loro auto. Problemi anche nella zona di Caltagirone, con alcune frane sulla Strada Statale 417. Non si segnalano situazioni particolari. I vigili del fuoco hanno impiegato quattro squadre più la squadra forestale, che ha lavorato con l’autopompa, e per fronteggiare l’emergenza ha richiamato in servizio i volontari dei distaccamenti di Linguaglossa, Maletto e Vizzini.

 

 

 

 

 

 

 

I carabinieri sono stati impegnati in decine di interventi in provincia di Siracusa a causa del maltempo, interventi di soccorso e assistenza ai cittadini di tutta la provincia. Le pattuglie dell’Arma hanno portato aiuto a decine di automobilisti rimasti in panne a causa dell’acqua alta, partecipato ad operazioni di sgombero di scantinati, cantine e garage, regolato in più zone la circolazione stradale impedendo l’accesso a strade allagate. Le situazioni più critiche sono state registrate ad Augusta, Lentini, Sortino ed in alcune aree di Siracusa. A Floridia è crollato il solaio di un’abitazione. Non si sono registrati feriti.  Allagata anche la cripta del Santuario della Madonna delle Lacrime. Nonostante i continui interventi di manutenzione effettuati all'interno del tempio mariano, le acque come già successo nel 2013 hanno allagato la cripta e le sedie hanno cominciato a galleggiare.

 

 

 

Tre villette sono state evacuate a causa del maltempo nella località balneare di Eraclea Minoa, a Cattolica Eraclea (Ag). Una porzione del costone è crollata danneggiando le abitazioni, che sono state fatte sgomberare dai carabinieri nell’attesa di accertamenti che sono stati estesi ad altri immobili vicini. A Sambuca di Sicilia (Ag), invece, è crollato il muro di contenimento, alto sei metri e largo una decina, della villa comunale. Nessuno è rimasto ferito perchè la zona era deserta.    

 

Intense precipitazioni stanno creando danni e disagi anche in provincia di Palermo. La situazione più critica si registra a Bagheria. Il comune è stato investito da un intenso e violento nubifragio. Alcune strade sono state allagate. La città di Palermo è stata interessata da precipitazioni moderate, a tratti intense. Disagi si registrano in via Leonardo da Vinci ed a Villagrazia. Pioggia intensa anche a Termini Imerese e Caccamo. Sulla strada statale 113 “Settentrionale Sicula” in territorio di Altavilla Milicia (PA), a causa di un allagamento, è stato provvisoriamente chiuso il tratto dal km 238,300 al km 238,800 in entrambe le direzioni.    

 

Il maltempo ha casuato disagi al traffico ferroviario su alcune linee regionali. Lo rende noto la società Ferrovie dello Stato. Sulla Messina - Catania è attivo, dalle 13.40, il tratto compreso fra Catania e Fiumetorto. Mentre le condizioni meteo, che permangono critiche sul resto della linea, non consentono di effettuare previsioni certe sui tempi di ripristino e la sospensione della circolazione tra Alcantara e Taormina durerà per l’intera giornata. Sulla linea Siracusa - Catania, il traffico ferroviario è sospeso dalle 16, in quanto l’allagamento dei binari tra Brucoli, Augusta e Priolo impedisce il passaggio in sicurezza dei treni.    

 

Sospensione del traffico ferroviario anche sulla linea Gela - Modica - Siracusa dove, dalle 16.15, le abbondanti precipitazioni che si sono abbattute nel ragusano hanno provocato l’inondazione della sede ferroviaria fra Ragusa e Ragusa Ibla. Per garantire i collegamenti, sono stati attivati servizi sostitutivi con autobus. Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana sono costantemente impegnate per ripristinare la funzionalità delle linee.

 

L'IRONIA DEL WEB SUL MALTEMPO

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa