home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Caso Crocetta, cronista l’Espresso non risponde alle domande del pm

Caso Crocetta, cronista l’Espresso non risponde alle domande del pm

Il giornalista Maurizio Zoppi, convocato in Procura a Palermo, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Oltre al reato di pubblicazione o diffusione di notizie false, deve rispondere anche di calunnia
Caso Crocetta, cronista l’Espresso non risponde alle domande del pm
PALERMO - Il giornalista Maurizio Zoppi, convocato in Procura a Palermo, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il collaboratore dell’Espresso, oltre al reato di pubblicazione o diffusione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l’ordine pubblico, deve rispondere anche di calunnia nell’indagine avviata dalla Procura di Palermo dopo la pubblicazione della presunta intercettazione (la cui esistenza è smentita da più procure siciliane) riguardante un colloquio tra il presidente della Regione Rosario Crocetta e il suo medico personale, il primario di Chirurgia plastica Matteo Tutino, attualmente agli arresti domiciliari per falso, truffa e peculato.     Zoppi e il collega Piero Messina, difesi dall’avvocato Fabio Bognanni, erano stati sentiti giovedì scorso dal capo della Procura di Palermo Franco Lo Voi e dal procuratore aggiunto Leonardo Agueci. I due giornalisti hanno risposto alle domande su come sarebbero venuti in possesso della presunta intercettazione nella quale il medico avrebbe detto a Crocetta che Lucia Borsellino andava fatta fuori come il padre. Ma dopo l’interrogatorio è stata contestata anche la calunnia a Zoppi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa