WHATSAPP: 349 88 18 870

A Catania per clonare le carte La Postale arresta due bulgari

A Catania per clonare le carte La Postale arresta due bulgari

I due ventenni erano già stati denunciato perché avevano carte di credito clonate. Poi la perquisizione nella loro casa: trovate carte già clonate, skimmer, microtelecamere e denaro in contanti
A Catania per clonare le carte La Postale arresta due bulgari
La Polizia postale di Catania ha arrestato in flagranza di reato due cittadini bulgari, di 20 anni, poiché trovati in possesso di centinaia di carte di credito clonate e di “skimmer”, apparecchiatura in grado di carpire i dati informatici delle carte di debito o di credito. I due bulgari erano stati identificati giorni fa nel centro di Catania da un equipaggio delle Volanti e denunciati a piede libero per la detenzione di alcune carte di credito clonate. La Polizia però non ha mollato la presa e ha avviato un’indagine. Gli agenti hanno infatti seguito i due e sono risaliti alla loro dimora provvisoria dove, nel corso di una perquisizione domiciliare sono state trove le apparecchiature informatiche di ultimissima generazione che servivano a clonare le carte come delle microtelecamere, ma anche 200 carte di credito già clonate, 17 mila euro in contanti e alcuni computer portatili. Il pubblico ministero di turno Vincenzo Serpotta ha convalidato gli arresti ed ha disposto la traduzione degli arrestati presso il carcere “Piazza Lanza” di Catania.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa