WHATSAPP: 349 88 18 870

Duplice omicidio nel Palermitano

Duplice omicidio nel Palermitano licenziato spara e uccide i colleghi

Trabia: tragedia in una cava, in manette l’assassino / VIDEOFOTO

Duplice omicidio nel Palermitano licenziato spara e uccide i colleghi
PALERMO - È entrato in ufficio sparando all’impazzata, colpendo a morte il consulente per la sicurezza, Gianluca Grimaldi di 39 anni, e il direttore del cantiere Giovanni Sorci di 56 anni, risparmiando una terza persona, il ragioniere, che per un malore è stato poi trasportato in ospedale. Il duplice omicidio si è consumato nella cava Giardinello, a Trabia (Pa), sequestrata qualche anno fa alla famiglia Buttitta e in amministrazione giudiziaria su disposizione della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo. Poi Francesco La Russa, 49 anni, sposato e con tre figli, è fuggito in auto, nascondendosi nelle campagne dell’agro di Trabia, dove è stato trovato dalla polizia di Termini Imerese. In maniera fredda ha confessato ai poliziotti il duplice delitto e ha detto agli agenti di cercare la pistola, una 9x21, in un armadietto della sua casa, poco distante dalla campagna dove si era rifugiato. Il movente sarebbe economico.
 
GUARDA IL VIDEO
L’operaio, come altri tre suoi colleghi, era in mobilità remunerata e secondo gli investigatori più volte si sarebbe presentato nella cava chiedendo di essere riassunto. Dall’azienda riferiscono che all’operaio era stato proposto di lavorare in un’altra cava, la Valle Rena, ad Altofonte, sempre in provincia di Palermo, ma avrebbe rifiutato. Sotto shock l’intero staff dell’amministrazione giudiziaria. L’amministratore, l’avvocato Gaetano Seminara Cappellano, dopo avere avuto un malore, si è recato con i suoi collaboratori nella cava. Il duplice omicidio avviene nel pieno del terremoto che ha investito la sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, con la Procura di Caltanissetta che sta indagando sulle assegnazioni degli incarichi agli amministratori giudiziari e sulle presunte parcelle d’oro a consulenti e coadiutori. Silvana Saguto, indagata per corruzione, induzione alla concussione e abuso d’ufficio, s’è dimessa da presidente della sezione, così come altri magistrati coinvolti nell’inchiesta che sta mettendo a dura prova il sistema. Il Csm e la Cassazione hanno già aperto dei fascicoli interni.

Nell’indagine sono coinvolti anche alcuni amministratori giudiziari, tra cui Cappellano Seminara, che ha ricevuto un avviso di garanzia. Gianluca Grimaldi, una delle due vittime, è figlio di Elio Grimaldi, assistente presso la cancelleria della sezione misure di prevenzione. Sposato e con una bimba di tre anni, era consulente per la sicurezza nella cava. Da giorni consulenti, coadiutori e consiglieri che operano nelle amministrazioni giudiziarie sono nel panico: il timore è che nel pieno delle indagini fughe di notizie, pubblicazioni di parcelle o incarichi ad amici e parenti, poi in alcuni casi smentiti, possano in qualche modo provocare reazioni inconsulte. Chi opera nelle amministrazioni giudiziarie con incarichi tecnici e di consulenza lavora all’interno di aziende sequestrate alla mafia, alcune in situazioni finanziarie al collasso. Ed è forte la preoccupazione che di fronte al clamore dell’inchiesta siano presi di mira.   
 
Il segretario della Fillea Cgil di Palermo Francesco Piastra dice: «Il presunto omicida era un lavoratore in mobilità da un anno e mezzo e nulla, secondo quanto ci riferisce chi lo conosceva nell’ambiente di lavoro, lasciava presagire un gesto del genere. Il dato preoccupante che emerge è l’incertezza crescente nella prospettiva di molti lavoratori disoccupati che, una volta licenziati e in mobilità, non riescono a trovare un nuova occupazione». «La ricerca di un nuovo posto è motivo di angoscia - aggiunge - perché trovare occupazione con la crisi drammatica che attraversa il settore dell’edilizia a Palermo è molto difficile».  FOTO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa