home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Incendi, siglata intesa tra Vigili del fuoco e Regione Siciliana

Firmato anche un protocollo tra il Corpo Forestale della Regione e i Vigili per l’utilizzo degli elicotteri di questi ultimi

Incendi, siglata intesa tra Vigili del fuoco e Regione Siciliana

PALERMO  - Stipulata la convenzione tra i Vigili del Fuoco e Regione Siciliana nell’ambito della lotta agli incendi boschivi. Firmato anche un protocollo d’intesa tra il Corpo Forestale della Regione e i Vigili per l’utilizzo degli elicotteri di questi ultimi nelle operazioni di spegnimento dei roghi. L'incontro si è tenuto nei locali della prefettura di Palermo. Hanno partecipato il presidente della Regione, Rosario Crocetta, il capo dipartimento nazionale dei Vigili del Fuoco Bruno Frattasi, il prefetto di Palermo Antonella De Miro, l’assessore regionale all’Ambiente e Territorio Maurizio Croce, il capo del corpo nazionale dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giomi e il dirigente generale del Corpo Forestale della Regione Siciliana Fabrizio Viola. 

"Lo Stato deve attrezzarsi contro gli incendi boschivi con una flotta aerea molto forte. Non si può dipendere dai privati per la Protezione Civile, ha detto  il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta, a margine della firma della convenzione . "L'esercito ha i carri armati e la Protezione Civile deve avere i mezzi, i carri armati non sono affittati ma sono di proprietà dell’esercito, quindi dello Stato - ha aggiunto Crocetta -. Lo Stato deve avere una propria flotta. Le Regioni sono disposte a contribuire. Noi vogliamo pagare questa flotta. In passato il settore privato ha dimostrato che serviva più ad aumentare gli incendi che a spegnerli".

Crocetta ha voluto sottolienare che "la Regione Siciliana è quella che fa più prevenzione di tutti contro gli incendi. Ma quando i fuochi sono dolosi e raggiungono i livelli dell’ultimo mese dove in un mese è andato in fumo il patrimonio boschivo di un anno non c'è prevenzione che tenga. E’ un problema di ordine pubblico. Ci vogliono pene più severe".

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO