home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, inchiesta antiassenteismoDenunciati anche 84 vigili urbani

Palermo, inchiesta antiassenteismo Denunciati anche 84 vigili urbani

L’inchiesta è coordinata dai pm Daniela Varone e Francesco Del Bene. Sono però 420 le posizioni dei vigili urbani che dovranno essere vagliate dalla procura

Palermo, inchiesta antiassenteismo Denunciati anche 84 vigili urbani

Sono 84 gli agenti della polizia municipale del comando di via Dogali a Palermo e i dipendenti del Coime, il Coordinamento interventi di manutenzione edile del Comune, finiti in una inchiesta «antiassenteismo» della procura di Palermo. L’inchiesta è coordinata dai pm Daniela Varone e Francesco Del Bene. Sono invece 420 le posizioni dei vigili urbani che dovranno essere vagliate dalla procura. In centinaia sarebbero stati all’oscuro della truffa. I loro badge sarebbero stati usati a loro insaputa. Lo avrebbero ammesso alcuni degli agenti sentiti dai pm.

 

L’inchiesta è partita dalla segnalazione di un vigile urbano che aveva visto un solo dipendente del Coime passare dieci badge sotto l’apposito lettore all’ingresso del Comando. La segnalazione è arrivata al capo dei vigili Vincenzo Messina che insieme ai dirigenti è andato in procura. Tra il dicembre del 2012 e il gennaio del 2013 le telecamere hanno ripreso tutte le irregolarità. Colleghi che usano badge per conto degli altri agenti, mariti che lo facevano per le mogli. Il tutto senza nessun controllo.

 

Sotto la lente dei magistrati adesso anche l’utilizzo del codice 46: una procedura che consente agli impiegati comunali l’entrata e l’uscita per causa di servizio. In molti avrebbero abusato di questo sistema. Intanto proseguono le indagini.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa